Con grande piacere ho ricevuto oggi un invito a partecipare ad una tavola rotonda internazionale, in collegamento telefonico, organizzata dal direttore dell’Office of eDiplomacy diretto da Richard Boly, parte del Dipartimento di Stato americano, l’equivalente del nostro Ministero degli Affari Esteri.

Il tema della conversazione del pomeriggio volge intorno all’uso che il Dipartimento di Stato sta facendo internamente per far circolare conoscenza condivisa tra varie agenzie governative, attraverso l’uso di wiki e di blog. A vedere bene sembra che il tema sia simile a quanto già esposto e registrato in video in questa occasione.

Una piccola ricerca mi porta a scoprire che anche il Dipartimento della Difesa, seppur con modalità diverse, promuove sempre domani un’altra tavola rotonda con i blogger, su altri temi governativi.

A prescindere dai contenuti e dall’orientamento politico, credo sia interessante notare come l’amministrazione americana usi a proprio vantaggio, internamente e nella comunicazione esterna, tutti gli strumenti del Web 2.0 e che attraverso questi cerchi di coinvolgere e informare l’opinione pubblica con canali nuovi, tra i quali anche le relazioni con i blogger.

Per limitarmi ad un paragone con il nostro Ministero degli Esteri, che non ha alcuna presenza sul web sociale e che, a quanto mi risulta, non usa internamente alcuno strumento di condivisione di conoscenza, ma che gode soltanto di una presenza su Facebook, più politica che governativa, del Ministro Frattini, non sarebbe il caso che ci svegliassimo un po’?