Gli inutili disclaimer della posta elettronica: basta!

Esperienze

disclaimer

Ieri ricevo da una azienda stimata l’invito a un evento, con un allegato. Il testo dell’email è sopraffatto da due avvisi, uno più inutile dell’altro, considerato anche il contesto del messaggio.

Il primo è abbastanza esplicito nel non divulgare il contenuto dell’email a terzi:

Le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e confidenziali. Il loro utilizzo è consentito esclusivamente al destinatario del messaggio, per le finalità indicate nel messaggio stesso. Qualora Lei non fosse la persona a cui il presente messaggio è destinato, La invitiamo ad eliminarlo dal Suo Sistema ed a distruggere le varie copie o stampe, dandocene gentilmente comunicazione. Ogni utilizzo improprio è contrario ai principi del D.lgs 196/03 e alla legislazione europea (Direttiva 2002/58/CE).

Posso quindi diffondere l’evento o legalmente non sarei tenuto? Perché inserire questi inutili disclaimer anche negli inviti e nei comunicati stampa? Un po’ di intelligenza?

Il secondo invito è ancora più inutile:

VIRUS

Abbiamo effettuato i possibili controlli per assicurarsi che questo messaggio ed eventuali allegati siano privi di Virus. Si consiglia di trattare lo stesso applicando corrette procedure per assicurarsi che ne sia privo al suo utilizzo.

A cosa serve un avviso del genere? A non inviare virus? Sicuro che serva a qualcosa? Sicuri, sicuri? Io per nulla, anzi. Mi sembra soltanto ridicolo.

Sono l’unico a pensarla così?

4 Commenti

  1. Si chiama “protezione del fondo schiena” nel senso che qualcuno ritiene che così ci si tutela. Ma si sa, il fondo schiena non è tipicamente la parte più intelligente del nostro corpo 🙂

  2. Tinny dice

    Non servono a nulla e non hanno nessun valore legale

I commenti sono chiusi.