Lo streaming salverà la rete fissa

Web & Tech

Quando ho tempo, cerco sempre di dare una occhiata alle slide pubblicate dalle società tecnologiche quotate, rivolte agli investitori, per carpire dati di mercato che altrimenti non vengono mai pubblicati. Di solito poi solo i giornalisti finanziari spulciano queste slide, quindi gli articoli che si trovano in giro parlano quasi soltanto dei dati di bilancio e di previsione, lasciando poco spazio a dati di mercato molto interessanti.

Dalla presentazione del piano industriale di Telecom Italia si evincono numeri ghiotti sull’evoluzione del traffico internet in Italia, fisso e mobile. Le tendenze non sono estendibili al mercato intero, ma considerando come Telecom Italia (TIM) sia uno degli attori principali, è facile immaginare come i dati siano veritieri, o forse perfino sottostimati se estesi al mercato Italia.

consumo.jpg

Prima cosa interessante: il volume dei dati consumati da linea fissa, nonostante l’aumento della banda larga mobile, nonostante il mantra diffuso per cui internet di domani è e sarà mobile, rappresenta il 95% di tutti i dati internet in Italia. Sarà interessante vedere come e se questa percentuale cambierà nei prossimi anni. Scommetterei che non sarà capace di scendere sotto il 90% prima di ancora molti anni: i dati mobili costano di più e la rete fissa sta velocemente passando alla fibra, con potenza di download n volte superiore.

consumo 2.jpg

Cosa fanno gli Italiani (clienti TIM dovrei dire) con internet? Lo streaming è l’attività preferita, probabilmente considerata video e musica. Da mobile si usano di più i social network (probabile che il dato fisso sia parzialmente incluso nella navigazione) soprattutto con le app. Da fisso c’è ancora una bella quota di peer to peer che scommetto salirà con la fibra, insieme allo streaming.

A proposito di streaming, TIM afferma che la sua offerta TIM Vision ha a fine 2015 530.000 clienti e in una slide successiva si stima il mercato attuale pari a 1 milione di abbonati allo streaming a pagamento.

tim vision.jpg

La presentazione integrale sul sito di Telecom Italia