Flash News
  • La vita digitale dopo… Di che fine fanno le nostre informazioni digitali quando non ci siamo più, è un tema che mi appassiona da tempo. Oggi per caso sono…
  • One Book, One New… Notevole come la città di New York abbia indetto un sondaggio per scegliere un libro che parla della città, da leggere tutti insieme. Un club…
  • Il futuro della mobilità… Fine settimana all'insegna della mobilità sostenibile. Venerdì avrò il piacere di partecipare a una conversazione promossa da Enel a Roma sul tema della mobilità sostenibile,…
  • Per una gig economy… Openpolis ospita vari contributi di riflessione sulla gig economy, ovvero quell'economia di servizi digitali che permettono di arrotondare con lavoretti abilitati da una piattaforma. Lavoretti…
  • Interrompere un libro che… Una delle ragioni per cui leggo tanto (57 libri e 13000 pagine da inizio anno) è che mi piace sperimentare cose nuove, sono aperto a farmi…
Facebook Twitter Linkedin
Esperienze

La dieta informativa di Luca Conti – Ed. 2017

dieta informativa

Nel 2013 avevo chiesto ad alcuni professionisti attivi sul web di rispondere ad alcune domande sulla loro dieta informativa. Ne è venuto uno spaccato interessante delle abitudini di chi consuma un elevato volume di contenuti ogni giorno. A distanza di 4 anni voglio tornare a chiedere alle stesse persone, e ad altre, le stesse domande, così da vedere, in questo arco di tempo, come sono cambiate le abitudini e quali si sono consolidate.

Per avviare il nuovo ciclo, comincio con il rispondere a queste domande, così da condividere la mia dieta informativa, aggiornata al gennaio 2017.

Quali sono le prime informazioni di cui ti nutri al mattino appena sveglio?

Appena sveglio non consumo alcuna informazione. Preparando colazione ascolto un podcast.

Leggi, guardi, ascolti notizie mentre fai colazione?

Il podcast di cui sopra (o un altro, se breve), mi accompagna anche durante la colazione. A seconda di quanto sia concentrato sul podcast, posso dare una occhiata alle ultime dai feed RSS che ho raccolto su Feedly.

Cosa impegna la tua mente quanto ti rechi al lavoro?

Recarmi al lavoro per me significa, nella maggior parte dei casi, passare dalla cucina a un’altra stanza, dopo aver lavato i denti. Nulla impegna quindi la mia mente, se non un altro podcast.

Che rapporto hai con la tv? Ne consumi in quantità o ti tieni a dieta?

Zero tv lineare. Gli unici contenuti che guardo sullo schermo da 40 pollici, seduto, sono film e serie tv, quando voglio io.

Prima di andare a letto: un buon libro, un’occhiatina a Twitter o digiuno fino al mattino?

Digiuno fino al mattino. Il telefono resta a caricare in un’altra stanza e buona notte.

Cosa è più nutriente: stampa o web?

La carta stampata, nel bene e nel male, non fa parte della mia dieta. Dal mio ultimo viaggio all’estero sono tornato con alcune riviste preso in regalo all’aeroporto. Le stesse riviste sono rimaste non lette sullo scaffale, fino a che le ho preso e le ho buttate.

La tua app preferita e perché?

Feedly, perché aggrega le fonti che io ho scelto e selezionato come le più nutrienti.

In un ecosistema dell’informazione sempre più obeso, come scremi il grasso?

Le fonti che ho selezionato e aggiunto su Feedly scremano il grasso per me. Con qualche newsletter come Good Morning Italia il gioco è fatto. Solo nutrienti e cibo spazzatura prossimo allo zero.