Esperienze

10 podcast da inserire nella tua dieta settimanale

I podcast possono essere un valido complemento a una dieta varia, ricca, plurale, intellettualmente stimolante. La lingua inglese aiuta ad allenare la comprensione, divertendosi e imparando qualcosa.

stella

Considerando come parli spesso di podcast ormai, complice Equilibrio digitale, spesso mi viene chiesto quali podcast ascolti con maggiore interesse. Ho pensato di condividere una lista dei miei 10 preferiti, che ascolto da più tempo e con più soddisfazione. L’ordine di presentazione è casuale. Alcuni temi ricorrenti: salute, tecnologia, spiritualità, suono e musica.

Note to self

È il programma che più si avvicina a Equilibrio digitale. Tratta del rapporto tra umanità e tecnologia. Temi ricorrenti: privacy, uso consapevole del web, trattamento dei dati, evoluzione del web, storie emblematiche e interviste a opinionisti del mondo web & tech americano. Ottima produzione, leggera, divertente. Settimanale.

The Daily

L’unico podcast giornaliero che ascolto, da lunedì a venerdì. Produzione New York Times con una notizia del giorno, presentata e approfondita in meno di 20 minuti dai giornalisti del New York Times. Esce intorno alle 12 ora italiana, ideale per la pausa pranzo. Notevole uso di musica originale, con un tema adorabile.

The Knowledge Project

Podcast a cadenza mensile, circa, con una lunga intervista a un personaggio del web. Il tema è la lettura, l’apprendimento, tra libri, routine personali e consigli per imparare in maniera più efficace. Consiglio vivamente la puntata con l’intervista a Naval Ravikant.

Nutrition Facts

Il Dr. Greger, autore di Sei quel che mangi, raccoglie in 15-20 minuti a settimana il meglio della ricerca scientifica in tema di nutrizione, con idee da applicare subito nella propria dieta quotidiana. Prezioso. Nelle ultime puntate: i benefici della soia e dei legumi, la salute dei bambini, vitamine e integratori e molto altro. Affidabile, serio, gratuito. Appuntamento settimanale.

On Being

Curare la mia parte spirituale è diventata una priorità. On Being intervista personaggi da tutto il mondo su religione, morale, scienza, teologia. Detto così potrebbe sembrare noioso e pesante. In realtà è affascinante, coinvolgente e ricco di riflessioni. Temi di cui si parla poco purtroppo e che non raccolgono like, ma che arricchiscono l’esperienza di vita. Prova e vedrai. Una puntata a settimana, in versione integrale e ridotta. Comincia da Carlo Rovelli.

Song Exploder

Una canzone, raccontata dall’ideazione alla produzione, dal musicista che l’ha realizzata. Originale e curioso sapere come nasce un brano di successo, lirica e strumenti inclusi. I brani sono di autori americani, poco noti probabilmente al pubblico italiano. Ciò non toglie che sia affascinante analizzare una canzone in questo modo. Una puntata ogni due settimane circa.

Sound matters

Un podcast sponsorizzato sul tema del suono. Una esplorazione sensoriale, da ascoltare in cuffia. Cadenza mensile, non legata all’attualità. Puoi tranquillamente cominciare dalla prima stagione e goderti ogni puntata. Effetti sonori e conversazioni con esperti del mondo della sonorità internazionale. Produzione scandinava, in inglese.

Waking Up

Sam Harris ha circa 1 milione di download per ogni puntata di questo podcast settimanale. L’autore è un neuroscienziato ateo. Le interviste a personaggi di calibro spaziano dalla religione alla scienza, dalla psicologia all’intelligenza artificiale, fino alla politica internazionale. Lunghe conversazioni, tra una e due ore, da assaporare in più riprese o in un viaggio in treno o in auto. Compagnia e temi di altissimo profilo. Impegnativo in qualche caso, ma assolutamente di qualità.

10% Happier

Da un libro di successo, un anchorman di ABC ha tratto un podcast di interviste sul tema della meditazione. Un tema caldo, di cui parlo spesso, affrontato in modo divulgativo e per non addetti ai lavori. Se dopo aver ascoltato questo podcast per qualche puntata, non dovessi aver sviluppato la voglia di approfondire il tema, c’è qualcosa che non va in te. Settimanale.

The Economist

Ogni venerdì The Economist condivide, gratis, 5 storie dall’edizione settimanale. 40 minuti, che in genere ascolto nel weekend mentre faccio spesa al supermercato, per analizzare l’attualità internazionale con un punto di vista globale. C’è sempre almeno un articolo che fa riflettere.

 

Chiudo segnalandoti il mio nuovo podcast, Equilibrio digitale, a seguire con la prima puntata.

Ascolta e fammi sapere quali sono i tuoi podcast preferiti