Flash News
  • La vita digitale dopo… Di che fine fanno le nostre informazioni digitali quando non ci siamo più, è un tema che mi appassiona da tempo. Oggi per caso sono…
  • One Book, One New… Notevole come la città di New York abbia indetto un sondaggio per scegliere un libro che parla della città, da leggere tutti insieme. Un club…
  • Il futuro della mobilità… Fine settimana all'insegna della mobilità sostenibile. Venerdì avrò il piacere di partecipare a una conversazione promossa da Enel a Roma sul tema della mobilità sostenibile,…
  • Per una gig economy… Openpolis ospita vari contributi di riflessione sulla gig economy, ovvero quell'economia di servizi digitali che permettono di arrotondare con lavoretti abilitati da una piattaforma. Lavoretti…
  • Interrompere un libro che… Una delle ragioni per cui leggo tanto (57 libri e 13000 pagine da inizio anno) è che mi piace sperimentare cose nuove, sono aperto a farmi…
Facebook Twitter Linkedin
Vivi meglio

Il tramonto dei fitness tracker

I fitness tracker tramontano e lasciano spazio ai tracker medicali. Può sembrare un gioco di parole, ma su questo si basa la sopravvivenza di Fitbit e altre aziende, se non del concetto stesso di smartwatch.

I braccialetti per misurare l’attività fisica non hanno sfondato. Da un lato la concorrenza dello smartwatch, dall’altro il disinteresse della massa, nonostante il calo di prezzi.

Come sopravvivere? Trasformandosi in un dispositivo validato in ambito sanitario. La strada è lunga e impervia, ma se business c’è, è nella sanità. Wired segnala come Fitbit stia seguendo questo percorso.

https://www.wired.com/story/when-your-activity-tracker-becomes-a-personal-medical-device/

1 Comment

Comments are closed.