Flash News
  • La vita digitale dopo… Di che fine fanno le nostre informazioni digitali quando non ci siamo più, è un tema che mi appassiona da tempo. Oggi per caso sono…
  • One Book, One New… Notevole come la città di New York abbia indetto un sondaggio per scegliere un libro che parla della città, da leggere tutti insieme. Un club…
  • Il futuro della mobilità… Fine settimana all'insegna della mobilità sostenibile. Venerdì avrò il piacere di partecipare a una conversazione promossa da Enel a Roma sul tema della mobilità sostenibile,…
  • Per una gig economy… Openpolis ospita vari contributi di riflessione sulla gig economy, ovvero quell'economia di servizi digitali che permettono di arrotondare con lavoretti abilitati da una piattaforma. Lavoretti…
  • Interrompere un libro che… Una delle ragioni per cui leggo tanto (57 libri e 13000 pagine da inizio anno) è che mi piace sperimentare cose nuove, sono aperto a farmi…
Facebook Twitter Linkedin
Web & Tech

Spamnesty è la tua vendetta contro gli spammer

Da HackerNews (newsletter a cui dovresti essere abbonato!), leggo di Spamnesty, un servizio pensato per far perdere tempo agli spammer. In pratica quando ricevi una email spam, togli i tuoi riferimenti personali e la inoltri alla casella sp@mnesty.com. A questo punto un bot invia un messaggio all’email degli spammer fingendosi interessato e chiedendo maggior informazioni. Ciò che nasce è spesso un dialogo tra sordi a dir poco esilarante. Come faccio a saperlo? Le conversazioni generate sono pubbliche, sul sito di Spamnesty!

C’è l’imbarazzo della scelta. fatti due risate per cominciare bene l’anno.

Spamnesty