Flash News
  • La vita digitale dopo… Di che fine fanno le nostre informazioni digitali quando non ci siamo più, è un tema che mi appassiona da tempo. Oggi per caso sono…
  • One Book, One New… Notevole come la città di New York abbia indetto un sondaggio per scegliere un libro che parla della città, da leggere tutti insieme. Un club…
  • Il futuro della mobilità… Fine settimana all'insegna della mobilità sostenibile. Venerdì avrò il piacere di partecipare a una conversazione promossa da Enel a Roma sul tema della mobilità sostenibile,…
  • Per una gig economy… Openpolis ospita vari contributi di riflessione sulla gig economy, ovvero quell'economia di servizi digitali che permettono di arrotondare con lavoretti abilitati da una piattaforma. Lavoretti…
  • Interrompere un libro che… Una delle ragioni per cui leggo tanto (57 libri e 13000 pagine da inizio anno) è che mi piace sperimentare cose nuove, sono aperto a farmi…
Facebook Twitter Linkedin
Vivi meglio

Equilibrio digitale oggi #4: Tu sei quel che leggi

Lo dice la scienza. Fisicamente, noi siamo quello che mangiamo. Mentalmente, acquisiamo le abitudini, buone o cattive, delle persone che frequentiamo più spesso. A livello intellettuale, gioco forza siamo (o diventiamo) quello che leggiamo.

Se la tua dieta informativa è fatta di flusso, social network, news in formato snack, Twitter e niente altro, la tua attenzione finisce per calare, al punto che un normale articolo ti sembrerà troppo lungo da leggere. Forse te ne sarai già reso conto.

La soluzione? Prendere l’abitudine di leggere libri. Magari senza sfumature.

Fonte: Thought Shrapnel Live.