Flash News
  • La vita digitale dopo… Di che fine fanno le nostre informazioni digitali quando non ci siamo più, è un tema che mi appassiona da tempo. Oggi per caso sono…
  • One Book, One New… Notevole come la città di New York abbia indetto un sondaggio per scegliere un libro che parla della città, da leggere tutti insieme. Un club…
  • Il futuro della mobilità… Fine settimana all'insegna della mobilità sostenibile. Venerdì avrò il piacere di partecipare a una conversazione promossa da Enel a Roma sul tema della mobilità sostenibile,…
  • Per una gig economy… Openpolis ospita vari contributi di riflessione sulla gig economy, ovvero quell'economia di servizi digitali che permettono di arrotondare con lavoretti abilitati da una piattaforma. Lavoretti…
  • Interrompere un libro che… Una delle ragioni per cui leggo tanto (57 libri e 13000 pagine da inizio anno) è che mi piace sperimentare cose nuove, sono aperto a farmi…
Facebook Twitter Linkedin
Vivi meglio

Equilibrio digitale oggi #5: La tua eredità digitale

Una delle nuove puntate del podcast Equilibrio digitale, in arrivo prossimamente., sarà dedicata al tema dell’eredità digitale.

Hai mai pensato alla vita dei tuoi dati digitali dopo la tua morte? Cosa vorresti che succedesse ai tuoi profili social pubblici, al tuo blog? Vorresti che rimanessero online come memoriale o che cada tutto nell’oblio? La morte è un tema tabù: non ci fa piacere parlarne. Lo stesso vale quindi per l’eredità digitale, ma un utente della rete responsabile dovrebbe pensarci.

Il minimo che possiamo fare e creare un documento con tutte le principali password dei servizi che usiamo e che sarebbero utili per chi resta dei nostri cari, senza dover perdere tempo o impazzire nella ricerca degli stessi. Paypal, banca online, app con conto corrente incluso. Beni digitali come ebook, canzoni e film acquistati online in realtà non si possono cedere a terzi, quindi andrebbe creato un account famiglia così che i contenuti non si perdano. Si può fare su Kindle, Spotify, iTunes.

Ti segnalo una checklist, giusto a titolo d’esempio. Vale la pensa pensarci su, anche se sei nel fiore degli anni. Non si sa mai!

1 Comment

  1. Non solo dati online: basti pensare a hard disk criptati o computer bloccati da password. In questo caso nessuno può recuperare i tuoi dati se non lasci per scritto la password!

    Almeno con i servizi online c’è qualcuno dall’altra parte!

Comments are closed.