Flash News
  • World inequality report 2018:… Per caso ho scoperto un report che tutti dovremmo leggere: World inequality report 2018. In poche pagine, basta guardare qualche grafico e improvvisamente il disagio…
  • Il culto della tecnologia… Sono quasi diventato intollerante alle conversazioni in cui l'oggetto è il culto della tecnologia. Discussioni sul nulla. In genere gli eventi di lancio di nuovi…
  • Lavoratori sfruttati nella fabbrica… Niente di nuovo verrebbe da dire, purtroppo. Ieri il Guardian pubblica l'ennesima inchiesta dove emerge che la produzione cinese di tecnologia non rispetta neanche le…
  • Come rompere la dipendenza… Ieri ho acceso la televisione per la prima volta da circa 6 settimane. Ho collegato il computer e ho visto l'ultima puntata di una serie…
  • Gli autunnali: storia della… Spesso si ignora quale e quanto lavoro ci sia dietro la copertina di un libro. Qui Luca Ricci racconta la genesi della copertina del suo…
Facebook Twitter Linkedin
Media & Social media

Sky e Netflix: tanto rumore per nulla

Netflix e Sky hanno un ottimo ufficio stampa. Non si spiega altrimenti perché un accordo commerciale tutto sommato banale abbia una tale eco sui media italiani. I toni del comunicato stampa sono da evento straprdinario e gli aggettivi superlativi si sprecano. Cosa è successo in pratica? Sky ha sottoscritto un accordo per permettere a Netflix di offrire il suo servizio attraverso la piattaforma di Sky, come se fosse un canale premium. Ciò significa che gli abbonati a Sky possono abbonarsi a Netflix e gestire il pagamento con la bolletta di Sky. Netflix ha visibilità dentro la piattaforma Sky e paga a Sky una percentuale per questo servizio.

Il tutto succede già in diversi paesi del mondo. L’accordo con Sky è simile a quello con Comcast negli USA. Sky e Netflix sono concorrenti nell’attenzione del pubblico, ma offrono contenuti che non si sovrappongono, quindi ha senso venderli insieme allo stesso pubblico. Una banale logica commerciale. Perché strapparsi i capelli per questo?

3 Comments

Comments are closed.