Flash News
  • Siamo persone complesse Maybe if we all gave each other the space to be complex people — not reduced to public perception, our professional bios, our LinkedIn profiles,…
  • Lettere ed email Azzeccata riflessione sull'uso dell'email oggi. Revving the Treadmill of Life https://www.jamierubin.net/2019/01/16/revving-the-treadmill-of-life/
  • Burning, ti brucia dentro L'osanna della critica internazionale a Burning è strameritato. Un film eccezionale. Venduto in 100 paesi a Cannes, chissà se e quando uscirà in Italia. Se…
  • Il bias politico dei… Magari c'è qualcuno che ha fatto uno studio simile per l'Italia? via
  • Nuovo Twitter desktop? Sembra che Twitter stia sperimentando una grafica semplificata, a due colonne. Quanto è diffuso l'esperimento? Apprezzabile.
Facebook Twitter Linkedin
Media & Social media

Sky e Netflix: tanto rumore per nulla

Netflix e Sky hanno un ottimo ufficio stampa. Non si spiega altrimenti perché un accordo commerciale tutto sommato banale abbia una tale eco sui media italiani. I toni del comunicato stampa sono da evento straprdinario e gli aggettivi superlativi si sprecano. Cosa è successo in pratica? Sky ha sottoscritto un accordo per permettere a Netflix di offrire il suo servizio attraverso la piattaforma di Sky, come se fosse un canale premium. Ciò significa che gli abbonati a Sky possono abbonarsi a Netflix e gestire il pagamento con la bolletta di Sky. Netflix ha visibilità dentro la piattaforma Sky e paga a Sky una percentuale per questo servizio.

Il tutto succede già in diversi paesi del mondo. L’accordo con Sky è simile a quello con Comcast negli USA. Sky e Netflix sono concorrenti nell’attenzione del pubblico, ma offrono contenuti che non si sovrappongono, quindi ha senso venderli insieme allo stesso pubblico. Una banale logica commerciale. Perché strapparsi i capelli per questo?

3 Comments

Comments are closed.

Reposts

  • Diego Bonfranceschi

Mentions

  • Melon Ask