La soddisfazione di donare libri

Vivi meglio

Ieri mi sono finalmente deciso e ho portato in biblioteca, a Senigallia, almeno una cinquantina di libri che attendevano di essere donati ormai da mesi. Un’altra decina li donerò al punto di scambio libri del mio ipermercato: datati e poco utili per una biblioteca, comunque utili per qualche spunto per qualche lettore curioso e distratto. Altri libri li ho messi da parte per amici. Sei li ho già portati prima di Natale a F. e S., un paio ne ho messi da parte per J., uno per M. e uno per C..

Non sono mai stato un feticista del libro di carta. Per me quello che conta è leggere, qualsiasi sia il supporto dl libro. Mi fa tristezza poi vedere un libro sullo scaffale che non leggerò sicuramente più, prendere polvere e invecchiare, quando potrebbe trovare nuova vita con uno o più lettori. La biblioteca di Senigallia mi conosce e il direttore mi ha già mandato una lettera, anni fa, per ringraziarmi delle donazioni. Ieri la signora che ha preso i libri mi ha detto di essere molto felice delle mie donazioni, segnalandomi che i libri di marketing che dono, per lo più, riscuotono grande interesse e sono spesso messi in evidenza tra le novità disponibili per il prestito. Mi si sono illuminati gli occhi.

Con lo stesso spirito ho donato i miei ultimi due libri del 2018, Social media marketing for dummies e Content marketing for dummies. Felice che trovino lettori che non se li possono permettere e che imparano qualcosa di utile per la loro vita o professione.

Se hai dei libri che certamente non leggerai ancora, che non hanno un valore affettivo e che possono trovare nuova vita in nuovi lettori, donali. Farai felice qualcuno e avrai liberato un po’ di spazio sui tuoi scaffali, magari per ospitare qualche nuovo libro.

3 Comments

Comments are closed.