Flash News
  • Podcast, il fenomeno del…… Avere un archivio di pensieri sotto forma di blog aiuta a contestualizzare alcune tendenze, come quella del podcast. Nel lontano 2006 avevo l'ardire di scrivere…
  • I miei social network… Nel fare pulizia nell'archivio di questo blog, mi imbatto in un innocente post con i miei social network, edizione 2017. Oltre alla tenerezza di vedere…
  • Che differenza c’è tra… Horizontal reading rules the day. What I do when I look at Twitter is less akin to reading a book than to the encounter I…
  • notebook, il blog per… Mubi, piattaforma di streaming pensata per cinefili veri - un film che cambia ogni giorno e che sparisce dopo 30 - ha un ottimo blog…
  • Silicon Valley, il vento… The New Republic dedica la copertina al cambio di orientamento verso la Silicon Valley, da positivo incontrastato a negativo. Quattro storie che leggerò appena possibile.…
Facebook Twitter Linkedin
Esperienze

Fuggire dall’eterno presente

I social media ci intrappolano in un eterno presente, in cui finiamo per perdere la prospettiva del tempo. Un antidoto c’è:

Soon, I will experiment with “atemporality.” For days or weeks at a time, I will escape the present moment and only consume content published in a different decade. For example, if I want to learn about the 1970s, all my media consumption will consist of books, videos, and interviews published in the 1970s. By doing so, I’ll embody the mindset of people in a bygone era and gain new perspectives on the here and now.

Everything has been said before. The big concepts aren’t new. You’ll find them in old works. Nassim Taleb calls this the Lindy Effect: “The longer something has been in print, the longer it will remain in print and the higher value it is.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.