Flash News
  • La scuola della vita Quest'anno ho dedicato non poco tempo a studiare come migliorare le mie relazioni personali. Un contribuito importante, oltre a varie letture, è venuto dal canale…
  • Una Pandemia lunga 16… Un altro anno è passato. Un anno con poco blogging, ma comunque ricco di contenuti. Meno condivisione in pubblico, più comunicazione in privato, più relazioni…
  • I bias della comunicazione… Nicholas Carr sa essere perfido quando vuole, ma coglie il punto. I mezzi di comunicazione digitale non sono neutrali e stanno influenzando il nostro modo…
  • Internet come Disneyland Today the internet is much more like Disneyland. If I’m building a restaurant in Disneyland and Disneyland thinks I’m making too much money, they may…
  • 10 competenze sviluppate dai… Leggere aiuta a sviluppare tante utili soft skill. Reading a lot of books isn’t about passing a few moments before bedtime. It takes discipline and…
Facebook Twitter Linkedin

Scienza e ragione per affrontare il degrado dell’ambiente

I detrattori degli ambientalisti sostengono che il degrado dell’ambiente non è reale, i dati non ci sono, la scienza non è univoca nel ritenere la situazione grave, ecc. Quale miglior smentita di un sito che affronta i problemi con la giusta correttezza scientifica e il necessario approfondimento che i media tradizionali evitano? Dal Worldwatch Institute di Lester Brown (quello dello Stato del Mondo), nel sito del WWF Italia la traduzione di pezzi molto validi.

Hi-tech certificato?

Computer a caccia di ecologia

Si moltiplicano le iniziative dei costruttori di computer per rendere più eco-friendly i loro prodotti.
HP, IBM, Asus sono tutte aziende che hanno valutato gli aspetti di compatibilità ambientale nella realizzazione dei propri prodotti. Il consumatore è attento a queste tematiche nell’atto dell’acquisto del proprio computer? Purtroppo ho dei dubbi a tal riguardo.
P.S.
Mi scuso per l’autoincensamento ma volevo far notare che questo è il 100esimo post!!

Prima che sia troppo tardi: inteveniamo!

La Repubblica/cronaca: Affondata una nave ucraina chiazza di gasolio al Conero

Una nave carica di 3.100 tonnellate di feldspato – un minerale per la lavorazione del vetro – e con 14 uomini di equipaggio a bordo (tutti ucraini), è affondata la notte scorsa due miglia al largo di Numana.

Anche questa volta sembra esserci andata bene….ma se fosse stata una petroliera?
Peccato che la tempesta mediatica mi ha colpito fuori sede!

Più amore e più rispetto per la natura…vi dice niente?

Solo multe per chi inquina dal codice sparisce il carcere

Uccidere un orso marsicano o un’aquila reale sarà come passare con il semaforo rosso. Seppellire sotto una marea nera di petrolio le spiagge più belle d’Italia diventerà un increscioso inconveniente da sanare tirando fuori qualche migliaio di euro.

Anche qui: leggere l’articolo per credere! Siamo ancora a livello di disegno di legge, ma c’è da mettersi le mani nei capelli 🙁