Flash News
  • Podcast, il fenomeno del…… Avere un archivio di pensieri sotto forma di blog aiuta a contestualizzare alcune tendenze, come quella del podcast. Nel lontano 2006 avevo l'ardire di scrivere…
  • I miei social network… Nel fare pulizia nell'archivio di questo blog, mi imbatto in un innocente post con i miei social network, edizione 2017. Oltre alla tenerezza di vedere…
  • Che differenza c’è tra… Horizontal reading rules the day. What I do when I look at Twitter is less akin to reading a book than to the encounter I…
  • notebook, il blog per… Mubi, piattaforma di streaming pensata per cinefili veri - un film che cambia ogni giorno e che sparisce dopo 30 - ha un ottimo blog…
  • Silicon Valley, il vento… The New Republic dedica la copertina al cambio di orientamento verso la Silicon Valley, da positivo incontrastato a negativo. Quattro storie che leggerò appena possibile.…
Facebook Twitter Linkedin

L’Europa per la sicurezza su Internet

Ieri ho avuto il piacere di partecipare ad un evento della Commissione Europea in Lussemburgo in occasione del Safer Internet Day, la giornata dedicata a dare visibilità alle iniziative volte a sensibilizzare i cittadini dell’Unione e l’opinione pubblica ad un uso più consapevole della rete. Non sapevo che la Commissione avesse stanziato la bella cifra di 55 milioni di euro per un programma pluriennale e temo pochi lo sappiano.

Due iniziative, in particolare, hanno caratterizzato la giornata di quest’anno.

Uno spot è stato realizzato per sensibilizzare i giovani da 12 a 17 anni sul fenomeno del bullismo in rete – in alcuni paesi Eurobarometro indica percentuali molto preoccupanti in proposito – in corso di trasmissione nei 27 paesi membri dell’Unione, in Islanda e Norvegia, sulle tv pubbliche e private. Vale la pena farlo circolare.

Una seconda iniziativa, altrettanto interessante, è stata la firma di un protocollo di principi da parte di 17 social network leader in Europa – per l’Italia era presente Giovani.it del gruppo Banzai – con il quale questi si impegnano a tutelare puntualmente i dati e i profili degli utenti, a partire dai minorenni, con alcune azioni che saranno attivate a partire da aprile prossimo.

Disclaimer: La Commissione Europea si è fatta interamente carico delle spese (volo aereo e hotel).