Categorie
Esperienze

Crusca d’avena, fiocchi d’avena e muffin

Dopo aver introdotto nella mia dispensa anche la crusca d’avena, ho cercato delle ricette di muffin per provare. Muffin quindi con molte proteine e fibre. Sempre vegani. Ne ho trovate due, sullo stesso sito. No, non sono riuscito a resistere e le ho fatte entrambe, per un totale di 24 muffin. A dirla tutta 32, perché il giorno dopo avevo delle banane molto mature e ho preso una terza ricetta.

Di questo sito apprezzo la schematicità. Molto chiaro e molto semplice. Prima ricetta molto basic, a cui ho aggiunto dell’uvetta. Risultato un muffin molto denso, ideale per colazione, insieme a un po’ di marmellata. Denso perché oltre alla crusca d’avena ho usato la farina integrale.

Categorie
Esperienze

Zucca: muffin, pane e spiced latte

Da diverse settimana una zucca tagliata a pezzi e congelata attendeva che la cucinassi e ieri è giunto il momento. Il risultato è stato un muffin straordinariamente saporito. Per l’occasione ho anche fatto per la prima volta lo streusel. Facile come tutti gli altri muffin. Per la purea di zucca non serve il forno, basta il microonde in realtà. 10 minuti e hai la tua purea. Muffin mangiato per colazione e che colazione. Ogni pasto è una festa.

Il pane che segue non l’ho ancora fatto, ma ho dell’altra zucca da usare, quindi è solo questione di giorni.

Categorie
Esperienze

Muffin burro d’arachidi, zucchine e cioccolato

Prima ricetta fatta con il burro d’arachidi, che ormai è facile trovare anche in tutti gli ipermercati. Per la prima volta ho usato uno stampo per muffin più grande e in silicone. Il risultato è stato che mi sono distratto: avrei dovuto mettere più impasto in ogni stampino. La ricetta era anche per 8 muffin e non 9. Risultato, sono venuto dei muffin nani, ma buonissimi.

Gli stampi in silicone poi vanno gestiti diversamente. Si devono mettere subito sulla teglia, prima di riempirli. Si lavano bene, ma anche lo stampo in metallo è facile da pulire. Non hanno bisogno di essere unti, ma ci vuole un po’ d’attenzione per tirare fuori il muffin senza romperlo. Tra silicone e metallo, sarà l’abitudine, preferisco il metallo. Il fatto che questi sono anche più grandi, mi ha un po’ inibito nell’usarli: i muffin più piccoli si gestiscono meglio e si mangiano senza sensi di colpa. Ci siamo capiti.

Categorie
Esperienze

Cornbread muffin, da mangiare con la marmellata!

Ho inserito nella mia dispensa la farina di mais, bramata (corn meal, in inglese), giusto per provare questa ricetta. Il risultato è stato un muffin croccante fuori e morbido dentro. Il motivo è senz’altro per la cottura a 220 gradi C, contro la più frequente a 180 gradi C.

Ho adorato questi muffin per la grana diversa da quelli fatti solo con la farina di grano, anche se c’è farina di grano. L’altra cosa diversa dal solito è che c’è poco zucchero, quindi questi muffin sono ideali tagliati a metà e farciti di marmellata. Veramente ottimi, li replicherò per la prossima colazione con amici.