Categorie
Media & Social media

Il chiaro andamento delle azioni Snap (Snapchat)

snap

L’andamento dell’ultimo mese delle azioni Snap parla da solo.

Instagram Stories, a un anno dal lancio, continua a dare filo da torcere.

Categorie
Media & Social media

Facebook è la prima piattaforma video per i brand, più di YouTube

video facebook youtube

Facebook sta vincendo la sfida dei video dei brand online, incluso Instagram, a danno di Snapchat. YouTube continua a dare filo da torcere.

Categorie
Web & Tech

Innovazione e tecnologia: chi vince e chi perde nel 2017

prof Galloway

Finalmente è online la presentazione che Scott Galloway ha tenuto a DLD17. Il professore della New York University, con uno stile brillante, mostra dati succosi sulle grandi aziende del settore tecnologico e non solo, tracciando tendenze per il 2017. Tra le aziende di cui si parla ci sono i quattro cavalieri dell’apocalisse (Apple, Amazon, Facebook, Google), a cui si aggiungono Twitter, Netflix, Uber, Zara, FitBit, Snapchat e Spotity. A seguire ho tratto alcune delle slide più significative, commentandole.

Categorie
Web & Tech

Instagram per il business mostra le prime crepe

Instagram ha superato 500 milioni di profili attivi ma la pressione della pubblicità e dei brand è tale che i sintomi di disaffezione aumentano. Fast Company ha raccolto alcune opinioni che, se sono rondini che non fanno primavera forse, un campanello d’allarme lo suonano. I profili influencer che si fanno pagare per promuovere soggetti terzi cominciano a non essere più appetibili come un tempo e Snapchat aumenta la presa sul pubblico più giovane, che non pubblica immagini su Instagram con lo stesso ritmo di una volta.

snapchat

Una cosa è certa: il volume di contenuti su Instagram è tale e tanto, che l’avvento dell’algoritmo, che pesa ciò che più è potenzialmente interessante per l’utente, apre la via alla necessità di spingere con la promozione a pagamento per mantenere visibilità. Ritorniamo al discorso delle uova e dei panieri fatto con Facebook: azienda, se ci vuoi essere, apri il borsellino e paga.

Snapchat, non in Italia, continua a dare a Instagram filo da torcere. Gli utenti partecipano con minore inibizione e spostano parte del proprio tempo su questa piattaforma. Troppo presto però per il business per cantare vittoria e saltare sul nuovo carro di tendenza, perché di strumenti per il business al momento non ce ne sono e le uniche innovazioni vengono sul panorama pubblicitario. Dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, che prima vengono gli utenti, poi gli inserzionisti e solo terze le aziende.

Snapchat cresce più di Instagram

Instagram e il business