Flash News
  • La scuola della vita Quest'anno ho dedicato non poco tempo a studiare come migliorare le mie relazioni personali. Un contribuito importante, oltre a varie letture, è venuto dal canale…
  • Una Pandemia lunga 16… Un altro anno è passato. Un anno con poco blogging, ma comunque ricco di contenuti. Meno condivisione in pubblico, più comunicazione in privato, più relazioni…
  • I bias della comunicazione… Nicholas Carr sa essere perfido quando vuole, ma coglie il punto. I mezzi di comunicazione digitale non sono neutrali e stanno influenzando il nostro modo…
  • Internet come Disneyland Today the internet is much more like Disneyland. If I’m building a restaurant in Disneyland and Disneyland thinks I’m making too much money, they may…
  • 10 competenze sviluppate dai… Leggere aiuta a sviluppare tante utili soft skill. Reading a lot of books isn’t about passing a few moments before bedtime. It takes discipline and…
Facebook Twitter Linkedin

Il social web? Sempre meno social

Il social media marketing è sempre più pubblicità e meno social. Lo penso da tempo ormai e non sono il solo.

Da uno dei blog di Gartner, si commenta il tema così:

But the evolution of  social networks into merely another advertising channel (albeit an effective one) can be disheartening for those of us who “grew up” with the promise and initial reality of social as an authentic, unfiltered, conversational channel for marketing.  Throw in Facebook’s current obsession with bots – (“is there anything less social than communicating with a bot?” another Gartner analyst lamented recently) and one can see where this is going, at least from a marketing perspective.

Continua su Is Social Marketing Still….Social?

Il primo cliente di Facebook è l’utente. Le aziende e gli editori arrivano terzi, dopo gli inserzionisti

Facebook ha per la prima volta reso esplicito come il suo cliente principale resti l’utente e la sua esperienza. In un post, ripreso con allarme da diversi giornali, Facebook ha messo nero su bianco che il suo servizio è nato per facilitare le relazioni tra l’utente, i suoi amici e la sua famiglia. Punto. Tutto il resto, editori e aziende, è secondario. Mi meraviglio dello shock degli editori, che solo ora si rendono pienamente conto di quanto sopra, dopo aver cavalcato Facebook fino a farlo diventare la modalità principale con cui attrarre i propri lettori. Da domani sarà sempre più difficile.

facebook business Continue reading “Il primo cliente di Facebook è l’utente. Le aziende e gli editori arrivano terzi, dopo gli inserzionisti”