Flash News
  • World inequality report 2018:… Per caso ho scoperto un report che tutti dovremmo leggere: World inequality report 2018. In poche pagine, basta guardare qualche grafico e improvvisamente il disagio…
  • Il culto della tecnologia… Sono quasi diventato intollerante alle conversazioni in cui l'oggetto è il culto della tecnologia. Discussioni sul nulla. In genere gli eventi di lancio di nuovi…
  • Lavoratori sfruttati nella fabbrica… Niente di nuovo verrebbe da dire, purtroppo. Ieri il Guardian pubblica l'ennesima inchiesta dove emerge che la produzione cinese di tecnologia non rispetta neanche le…
  • Come rompere la dipendenza… Ieri ho acceso la televisione per la prima volta da circa 6 settimane. Ho collegato il computer e ho visto l'ultima puntata di una serie…
  • Gli autunnali: storia della… Spesso si ignora quale e quanto lavoro ci sia dietro la copertina di un libro. Qui Luca Ricci racconta la genesi della copertina del suo…
Facebook Twitter Linkedin

Il social web? Sempre meno social

Il social media marketing è sempre più pubblicità e meno social. Lo penso da tempo ormai e non sono il solo.

Da uno dei blog di Gartner, si commenta il tema così:

But the evolution of  social networks into merely another advertising channel (albeit an effective one) can be disheartening for those of us who “grew up” with the promise and initial reality of social as an authentic, unfiltered, conversational channel for marketing.  Throw in Facebook’s current obsession with bots – (“is there anything less social than communicating with a bot?” another Gartner analyst lamented recently) and one can see where this is going, at least from a marketing perspective.

Continua su Is Social Marketing Still….Social?

Il primo cliente di Facebook è l’utente. Le aziende e gli editori arrivano terzi, dopo gli inserzionisti

Facebook ha per la prima volta reso esplicito come il suo cliente principale resti l’utente e la sua esperienza. In un post, ripreso con allarme da diversi giornali, Facebook ha messo nero su bianco che il suo servizio è nato per facilitare le relazioni tra l’utente, i suoi amici e la sua famiglia. Punto. Tutto il resto, editori e aziende, è secondario. Mi meraviglio dello shock degli editori, che solo ora si rendono pienamente conto di quanto sopra, dopo aver cavalcato Facebook fino a farlo diventare la modalità principale con cui attrarre i propri lettori. Da domani sarà sempre più difficile.

facebook business Continue reading “Il primo cliente di Facebook è l’utente. Le aziende e gli editori arrivano terzi, dopo gli inserzionisti”