Categorie
Vivi meglio

Mubi e la forza del tempo che sfugge

La rivoluzione dello streaming video è l’accesso a migliaia di titoli e poterli vedere quando si vuole, fintanto ché si paga l’abbonamento mensile. Questo significa rimandare la visione di ciò che ci piace fino a tempo indeterminato. Ovvero, mai.

Qui sta la forza di Mubi, servizio di streaming di film di qualità, con un doppio limite. Ogni giorno viene aggiunto un titolo e solo un titolo. Il film inserito è disponibile per 30 giorni e poi scompare. Questo, che appare un limite, è in realtà un punto di forza geniale. Per due motivi: il primo è che ogni titolo, come detto, è visibile solo per 30 giorni e non di più; il secondo è che ogni giorno ho una scelta limitata, tra 30 titoli. Tutti selezionati dai festival degli ultimi anni e da registi di tutto il mondo. In questo momento in Italia sono disponibili film da 15 paesi diversi, per esempio.

Se un film ti interessa veramente e sta per scadere, il tempo per vederlo lo trovi. La combinazione data dalla cura del catalogo disponibile e il meccanismo a tempo limitato rende Mubi la piattaforma ideale per cinefili. Io la adoro. Se vuoi provarlo, passa di qua.

Categorie
Media & Social media

Netflix non ha rivali, né oggi, né domani

Analisi impeccabile del perché Netflix non avrà concorrenza, neanche con l’avvento dei servizi di streaming di Disney e lo sviluppo internazionale delle piattaforme americane.

2019 might look like the year Big Media fights back against Netflix, The Usurper. But it won’t be. And 18 months is a long time, especially in consumer digital. If you think Netflix is strong today, just wait until 2020.

https://redef.com/original/big-media-isnt-ready-to-fight-back-netflix-misunderstandings-pt-5

Categorie
Media & Social media

Nuovi modelli di business della pirateria digitale

Illegal videos are monetized via built-in CDN players. CDN platforms pay the pirate website owners on a CPM (cost per mille or thousand impressions) model. The CDNs are sponsored by bookies and online casinos, whose ads get ‘built-into’ the CDN players

Lo streaming legale ha fatto evolvere anche il modello di business dello streaming illegale. Fantastico.

https://torrentfreak.com/pirate-powered-cdns-operate-innovative-illicit-streaming-model-190203/

Categorie
Media & Social media

Il business dello streaming di musica online

La tabella parla da sola.

http://www.digitalmusicnews.com/2019/01/30/2018-streaming-music-price-bible/

Categorie
Formazione permanente

Laterza lancia gli ebook in streaming: Lea (Libri ed altro)

abbonati

Laterza esce dal gruppo e prova a buttarsi sulla moda del momento nel mondo dell’editoria digitale: il consumo di contenuti in abbonamento streaming con Lea (libri e altro). Sull’onda del successo di Spotify per la musica e di Netflix per il video, sono nate negli ultimi tempi molte startup con l’obiettivo di fornire un catalogo di ebook accessibile in forma limitata o illimitata in cambio di un abbonamento mensile.

Laterza da giugno offre per 7,90 € al mese (4,90 € in promozione) l’accesso a 300 titoli del suo catalogo. Al di là del fatto che siano compresi o meno titoli novità o che un lettore fedele alla casa editrice potrebbe trovare conveniente questa forma di lettura, mi chiedo che senso abbia proporre un servizio simile con i titoli di una sola casa editrice e comunque in un numero tutto sommato così modesto.

A mio avviso lo Spotify del libro digitale non avrà vita facile in Italia almeno, per una doppia ragione: il lettore medio legge pochi titoli all’anno e quindi spende meno in un anno di quanto gli costerebbe un abbonamento mensile per 12 mesi; a questo potremmo aggiungere che i lettori che diventerebbero subito abbonati solo quei pochi che leggono tanto, che finirebbero per spendere meno di quel che spendono ora in libri digitali, provocando paradossalmente un calo di ricavi tra questi utenti.

Insomma, un editore non ha alcun vantaggio a sussidiare la lettura dei lettori forti e potrebbe certo attrarne di nuovi, che spendono più di quel spendevano prima, magari leggendo come prima (e quindi perdendoci sul piano strettamente economico), ma il tutto si basa su un equilibrio finanziario precario.

Un libro non è né un brano musicale che si ascolta infinite volte, né un film che si consuma in due ore di tempo. Venderlo in abbonamento quindi non ha senso, perché il tempo della lettura resta quello e il consumo del lettore medio non aumenta con l’abbassarsi del prezzo.

C’è qualcosa che forse non ho considerato in questo ragionamento?

Categorie
Varie

Artisti e innovatori per l’ambiente

Su Internet e in contemporanea in spazi pubblici in tutti i continenti. Questa è l’idea alla base di Streaming Museum, una idea finanziata da TED.

Dal 3 ottobre al 3 dicembre la prima esposizione è sul tema ‘Artisti e innovatori per l’ambiente’.

Non è una bella idea?

VEDI: Streaming Museum.