Flash News
  • Siamo persone complesse Maybe if we all gave each other the space to be complex people — not reduced to public perception, our professional bios, our LinkedIn profiles,…
  • Lettere ed email Azzeccata riflessione sull'uso dell'email oggi. Revving the Treadmill of Life https://www.jamierubin.net/2019/01/16/revving-the-treadmill-of-life/
  • Burning, ti brucia dentro L'osanna della critica internazionale a Burning è strameritato. Un film eccezionale. Venduto in 100 paesi a Cannes, chissà se e quando uscirà in Italia. Se…
  • Il bias politico dei… Magari c'è qualcuno che ha fatto uno studio simile per l'Italia? via
  • Nuovo Twitter desktop? Sembra che Twitter stia sperimentando una grafica semplificata, a due colonne. Quanto è diffuso l'esperimento? Apprezzabile.
Facebook Twitter Linkedin

Dominion, per chi vuole sapere

Dominion è un grand documentario australiano sull’allevamento intensivo in Australia. Alcune parti sono narrate da Joacquin Phoenix e Rooney Mara. Se sei orgoglioso della tua dieta a base di carne, ti invito caldamente ad avere il coraggio di guardare questo video. Ti assicuro che non sarà facile rimanere indifferente.

Personalità nel piatto

Perché siamo disposti a spendere migliaia di euro per il benessere dei nostri animali domestici e mangiamo una fetta di prosciutto senza neanche pensarci? Eppure il maiale è una specie intelligente quanto il cane.

King’s contribution is vital to the re-imagination of animals raised, caught, or processed for food. She focuses on one type of food animal per chapter: insects and arachnids, octopi, fish, chickens, goats, cows, pigs, and chimpanzees. King first explains the cultural and historical significance of why these animals are consumed. She then combines her knowledge and personal experience as an animal behaviorist to show that food animals indeed have distinct personalities that should be considered in deciding whether to eat them. Thus, she allows the reader to reevaluate his/her relationship with animals by making food animals more visible to the consumer.

Basterebbe un po’ più di consapevolezza.

Personalities on the Plate