Skip to content →

Categoria: Formazione permanente

formazione permanente

L’apprendimento continuo è un tema caldo. L’Economist a inizio 2017 pubblica uno special report sull’argomento. Negli articoli che seguono trovi spunti su questo tema, con consigli di carattere formativo con corsi online, articoli, guide e altre risorse utili.

Elizabeth Gilbert: Imparare condividendo in pubblico

Elizabeth Gilbert, nota al grande pubblico per aver scritto Mangia, prega, ama, racconta molto di se in questa intervista. La cosa che mi è rimasta più impressa è la naturalezza con cui racconta che per lei imparare è condividere. In pubblico. Come servizio agli altri.

Ammirevole e condivisibile.

Consiglio la visione di tutta l’intervista:

Per chi preferisce c’è la versione audio:

Continua a leggere Comments closed

I vantaggi di un gruppo di lettura

Mesi fa, prima dell’estate, suggerivo l’avvio di un book club, di un gruppo di lettura. Il tutto è ancora in stand by, ma entro Novembre al massimo intendo farlo partire. Ne vale la pena, come ricorda questo articolo su un book club che dura da 50 anni:

I talked individually with the other nine members about what Booke Club has meant to them and why they thought it had been so long-lasting. The word they used most frequently was ‘serious’. Those young mothers in 1964 needed a chance to exercise different parts of their brains, to take mental challenges, and to share their thoughts with others. They found that the study and discussion of good writing was a way to meet these needs. Gradually, their lives expanded into worlds outside the home – higher degrees, professional and creative work, travel, grandchildren. Much later, their lives began to contract,

Continua a leggere 3 Comments

Come sopravvivere a una pandemia

Mi sono ripromesso di non segnalare libri che non ho ancora letto e annotato, ma faccio una eccezione per il Dr. Greger e la nuova edizione di How to survive a pandemic.

Il libro è uscito oggi negli Stati uniti ed è la riedizione, aggiornata per il COVID-19, di un libro che l’autore aveva pubblicato nel 2006. Oggi molto attuale e quindi, rilanciato. Sale in testa alla mia coda di lettura.… Continua a leggere

One Comment

Un book club per imparare

Ho sempre considerato la lettura uno dei modi migliori per imparare e approfondire temi che voglio conoscere meglio, per raggiungere obiettivi diversi: migliorare il mio stato fisico e mentale, comprendere meglio le persone che mi circondano e coltivare esperienze e conoscenze da trasformare in nuove idee, per scopi professionali e non.

Credit: Ben White

Il book club

Leggere insieme può essere uno stimolo in più per rafforzare l’abitudine alla lettura, un appuntamento in cui confrontare punti di vista con altri lettori, leggere libri che altrimenti non avresti scelto, passare del tempo in compagnia con persone con cui condividi interessi comuni.… Continua a leggere

4 Comments

Impariamo insieme

Ognuno di noi ha un modo diverso di alimentare la propria sete di conoscenza. C’è chi preferisce leggere libri, chi articoli accademici, chi Twitter, chi video online, chi lezioni MOOC. Oggi ho scoperto che c’è chi usa i podcast e la ricerca su Listen notes per lo stesso scopo. Altri ancora amano un mix di quanto sopra, aggiunto a un confronto con conoscenti appassionati o esperti dello stesso argomento oggetto della conversazione.

Nascosti tra i lettori di Pandemia, tra quelli che seguono di rimbalzo su Twitter, tra quelli che leggono la newsletter o che mi seguono su LinkedIn, sono certo che ci siano persone appassionate a uno o più dei temi che appassionano anche me. Un confronto con te e con alcune di queste persone, ne sono certo, potrebbe attivare percorsi inesplorati e farci accendere reciprocamente delle lampadine.

Perché, mi sono detto, non provare a organizzare una o più … Continua a leggere

Comments closed

Tamponi e contact tracing

I grafici aiutano a capire. Tomas Pueyo mostra come abbiamo fallito (in italiano) nel non riuscire a fare abbastanza tamponi per molto tempo e l’inefficacia dell’app per il tracciamento dei contatti, a meno che non si cambi il sistema di come funziona, o si usi un sistema a QR code alternativo.

L’Italia è tra i paesi che ha fatto troppi pochi tamponi per troppo tempo.… Continua a leggere

Comments closed