Skip to content →

Tag: coronavirus

Le misure di contenimento ritardano soltanto l’inevitabile?

A due settimane dall’allentamento delle misure restrittive delle libertà personali in Italia, è utile riflettere e ragionare su cosa ci aspetta. Questa libertà durerà a tempo indefinito o torneremo ad altri periodi casalinghi forzati? Queste misure di contenimento (lockdown) sono efficaci? Dovremmo seguire l’insegnamento dei paesi che non hanno attuato misure così drastiche, con effetti negativi sull’economia e sul lavoro? Il dibattito è aperto.… Continua a leggere

11 Comments

COVID-19: quando cercare aiuto

Una infografica vale più di mille parole. Probabilmente non ho cercato bene, ma in italiano non ho visto alcuna infografica così semplice ed efficace su quando cercare aiuto rispetto al COVID-19.… Continua a leggere

2 Comments

Scenari per il dopo COVID-19 dal Zukunftsinstitut

Il mondo che ci aspetta dopo il COVID-19 sarà più locale o globale? più connesso o disconnesso? Torneremo ad avere fiducia nel prossimo, nello straniero, o manterremo la diffidenza del sospetto contagiato?

Il Zukunftsinstitut prova a dare una risposta disegnando 4 scenari.

Il mio preferito è il terzo: più locale e sostenibile, ottimista nelle relazioni.

Continua a leggere 6 Comments

Diecimila morti fanno cinque volte il pubblico di un grande cinematografo

Ascoltavo l’audiolibro de La Peste di Albert Camus e mi ha colpito questo passaggio:

Cercava di radunarsi in mente quello che sapeva della malattia. Delle cifre gli ondeggiavano nella memoria, e si diceva che la trentina di grandi pestilenze conosciute dalla storia aveva fatto quasi cento milioni di morti. Ma che cosa sono cento milioni di morti? Quando si fa la guerra, appena appena si sa che cosa sia un morto. E siccome un uomo morto non ha peso che quando lo si è veduto, cento milioni di cadaveri sparsi traverso la storia non sono che una nebbia nella fantasia. Il dottore ricordava la peste di Costantinopoli che, secondo Procopio, aveva fatto diecimila vittime in un giorno. Diecimila morti fanno cinque volte il pubblico di un grande cinematografo. Ecco, bisognerebbe far questo: radunare le persone all’uscita di cinque cinematografi, condurle in una piazza della città e farle morire in mucchio

Continua a leggere Comments closed