Skip to content →

Tag: social media marketing

Fyre, la truffa con gli influencer intorno

Chiunque si occupa di social media marketing, ha a che fare o segue influencer, dovrebbe vedere almeno uno dei documentari usciti a gennaio su Fyre Festival. Il più accessibile dall’Italia è Fyre su Netflix. Online non è difficile trovare anche Fyre Fraud, disponibile ufficialmente solo negli USA su hulu.

La cosa curiosa di questi due documentari sulla moderna truffa, a base di influencer e Instagram, è che la versione in onda su Netflix vede tra i produttori l’agenzia di social media del festival stesso, Jerry media, che ovviamente nel documentario se ne lava le mani.

Fyre fraud è più onesto in termini di attribuzione di responsabilità, anche se dal punto di vista visuale e di storytelling Fyre è più divertente, se può essere divertente un documentario su una truffa di decine di milioni di dollari a danno di poveri lavoratori, ricchi investitori e ragazzi che hanno speso migliaia … Continua a leggere

Comments closed

Il social web? Sempre meno social

Il social media marketing è sempre più pubblicità e meno social. Lo penso da tempo ormai e non sono il solo.

Da uno dei blog di Gartner, si commenta il tema così:

But the evolution of  social networks into merely another advertising channel (albeit an effective one) can be disheartening for those of us who “grew up” with the promise and initial reality of social as an authentic, unfiltered, conversational channel for marketing.  Throw in Facebook’s current obsession with bots – (“is there anything less social than communicating with a bot?” another Gartner analyst lamented recently) and one can see where this is going, at least from a marketing perspective.

Continua su Is Social Marketing Still….Social?Continua a leggere

Comments closed

Il primo cliente di Facebook è l’utente. Le aziende e gli editori arrivano terzi, dopo gli inserzionisti

Facebook ha per la prima volta reso esplicito come il suo cliente principale resti l’utente e la sua esperienza. In un post, ripreso con allarme da diversi giornali, Facebook ha messo nero su bianco che il suo servizio è nato per facilitare le relazioni tra l’utente, i suoi amici e la sua famiglia. Punto. Tutto il resto, editori e aziende, è secondario. Mi meraviglio dello shock degli editori, che solo ora si rendono pienamente conto di quanto sopra, dopo aver cavalcato Facebook fino a farlo diventare la modalità principale con cui attrarre i propri lettori. Da domani sarà sempre più difficile.

facebook businessContinua a leggere

Comments closed

I primi 10 libri dell’anno

libri

Non è finito febbraio e sono arrivato a 10 libri letti nel 2014. Sono un po’ indietro sulla tabella di marcia, ma sto recuperando. Titoli e link (affiliati), ordinati dal più consigliato al meno consigliato

Scarcity: Why having too little means so much

Brief: Make a Bigger Impact by Saying Less

How To Win Friends and Influence People

The Power of Visual Storytelling: How to Use Visuals, Videos, and Social Media to Market Your Brand

Growth Hacker Marketing: A Primer on the Future of PR, Marketing, and Advertising (APenguin Special from Portfolio)

Privacy in the Age of Big Data: Recognizing Threats, Defending Your Rights, and Protecting Your Family

L’arte di stare sdraiati. Manuale di vita orizzontale

Read for Your Life: 11 Ways to Transform Your Life Through Books

Okay Glass

Disruptive Possibilities: How Big Data Changes EverythingContinua a leggere

Comments closed