Skip to content →

Tag: youtube

Ridurre la dipendenza da Google, un servizio per volta

Non è vero che non si può fare a meno dei servizi dei monopolisti della rete, come è vero che si può vivere senza dipendere dalla grande distribuzione organizzata. Certo, vale il concetto della riduzione nell’uso della plastica: le scelte etiche richiedono una rinuncia alla comodità e spesso anche di pagare un sovrapprezzo. Nel caso della rete il costo compensa il mancato sfruttamento dei dati personali e l’assenza di pubblicità, personalizzata o meno che sia. Nel caso del piccolo commercio, i maggiori costi sono dovuti al mancato sfruttamento dei lavoratori o delle aziende da parte dei pesci più grandi della distribuzione (vedi Il Grande carrello, da poco pubblicato da Laterza).

Venerdì scorso ho migrato i contatti, l’archivio di email e la gestione della mia casella di posta principale: info@lucaconti.it. Via da GSuite, verso Fastmail, sollecitato da Emanuele e Nicola. Il tutto è stato più facile del previsto. … Continua a leggere

4 Comments

Le YouTube star vegane che non lo erano

Vai a credere agli influencer! Che succede quando l’influencer di turno ha il suo seguito per essere vegana e poi non lo è più?

Più che di veganesimo, l’articolo tratta di coglionaggine. Come chiamare altrimenti una che mangia 50 banane al giorno e solo carboidrati? Poi questa qualcuno si stupisce se la stessa sviluppa problemi di salute?

Articolo pieno di esempi, da non seguire.

https://www.thedailybeast.com/vegan-youtube-is-imploding-as-stars-like-rawvana-bonny-rebecca-and-stella-rae-change-dietsContinua a leggere

Comments closed

L’Italia è il paese europeo del social web. Nuova ricerca Forrester con dati su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube, Google+ e Pinterest

forrester

Leggi la tabella di cui sopra e l’Italia diventa il paese europeo più social, dopo la Spagna. Scontiamo una penetrazione di Internet tra le più basse in Europa, ma gli Italiani che navigano ci danno dentro. Il dato è relativo agli utenti che si collegano almeno una volta al mese a uno dei sei siti citati: Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, YouTube e Google+.

Secondo Forrester Facebook e YouTube sono in testa affiancati. Google+ segue al secondo posto con la metà del seguito e Twitter si piazza in quarta piazza con un terzo del pubblico dei leader. LinkedIn distaccato e Pinterest quasi non pervenuto.

Ciò che sorprende è il numero di Google+ (quanti minuti passano gli utenti sul network?) e il misero risultato di Pinterest.

viaContinua a leggere

Comments closed

Video online in Italia, YouTube al 90%

Comscore ha aggiornato la statistica sul video online in Europa e l’Italia continua ad essere il paese che cresce di più, forse perché è uno di quello in cui il fenomeno è partito dopo. Basta vedere i numeri assoluti di consumo per spettatore per vedere come l’arretratezza rimane, probabilmente per l’assenza di servizi di streaming online a pagamento in abbonamento, come Netflix.

video online in Italia

Ad ogni modo, restando sull’Italia, vediamo come il video online con oltre 24 milioni di utenti è diventato un fenomeno comune a quasi tutti i navigatori. Impressione la quota oltre il 90% di spettatori di YouTube, imprescindibile sito per chi produce video e li vuole promuovere online. Da notare che nella classifica dei primi 5 partner di YouTube, l’unico italiano al terzo posto è Rai.

Un fenomeno senza dubbio da tenere d’occhio nella sua evoluzione, soprattutto con l’offerta in aumento da parte di Sky e Mediaset, che … Continua a leggere

Comments closed