Categorie
Formazione permanente

Cibo, logistica e COVID-19

Il South China Morning Post ha una visual story, così come la definiscono, sul cibo, la logistica e l’impatto che sta avendo il COVID-19.

L’articolo è ricchissimo di dati e infografiche che aumentano e facilitano la comprensione del tema. Veramente un ottimo lavoro e c’è anche uno sprazzo d’Italia.

Questi dati li ho trovati in diversi siti italiani, ma nessuno li ha mostrati in maniera così intelligente e immediata.

https://multimedia.scmp.com/infographics/news/world/article/3080824/covid19-disrupts-food-supply/index.html

via

Questo blog post è parte della bloghchain sul COVID-19

  1. Coronavirus – Risorse utili per informarsi meglio
  2. L’universalità del virus
  3. Il tasso di mortalità da Coronavirus che non torna: confronto Italia, Spagna, Cina e Corea del Sud
  4. Hollywood nell’era del Coronavirus
  5. Guardare avanti: 4 scenari per il futuro e il secondo giro di Coronavirus a Hong Kong
  6. Amazon, il dittatore benevolo
  7. La carità pelosa di Amazon
  8. La risposta politica al COVID-19 in 186 paesi
  9. L’isolamento domestico dei malati lievi non è la soluzione
  10. Il miglior grafico per capire l’evoluzione globale del Coronavirus
  11. Il futuro dei viaggi in aereo?
  12. L’emergenza Coronavirus è una grande opportunità
  13. Non abbiamo tutte le risposte. Pace.
  14. La correlazione tra pandemia e distruzione degli ecosistemi
  15. Pandemie, urbanizzazione e produzione di carne
  16. La pandemia COVID-19 come un portale
  17. Scenari per il dopo COVID-19 dal Zukunftsinstitut
  18. Le app per il tracciamento dei contatti non ci salveranno
  19. La storia del ristorante di Guangzhou e i super eventi chiave per la diffusione del COVID-19
  20. Cibo, logistica e COVID-19
  21. Neanche i test degli anticorpi ci salveranno, non nel breve termine
Categorie
Formazione permanente

La storia del ristorante di Guangzhou e i super eventi chiave per la diffusione del COVID-19

Trovo affascinante il lavoro giornalistico fatto da Jonathan Kay, editor canadese del magazine Quillette. Pur non essendo un virologo, né un epidemiologo, Kay ha tracciato 54 eventi che si definiscono in inglese Superspreader Event (SSE), ovvero quegli eventi, su scala globale, in cui ci sono state infezioni di massa da COVID-19. Li ha recuperati dalla stampa internazionali e molti di questi sono linkati con la relativa storia. Tra queste anche la famosa partita di calcio Atalanta – Valencia.

Categorie
Formazione permanente

Rt: comunicare il COVID-19 con un numero (e un grafico)

Non c’è niente da fare. Gli americani sono più brillanti nel comunicare dati online. Giorni fa volevo segnalare come San Francisco pubblica sul web grafici e dati, mentre l’ISS pubblica online PDF. Ho evitato di commentare. Oggi non posso non segnalare l’iniziativa di Sistrom (cofondatore di Instagram) per Rt.

https://rt.live/

Come puoi vedere dallo screenshot, il sito comunica l’unico dato (secondo loro) che vale la pena commentare: Rt, ovvero il tasso di riproduzione del virus che, per risolvere l’emergenza, deve scendere sotto uno. Lineare.

Noi pubblichiamo tanti grafici, numeri, percentuali e non sappiamo cosa interpretare e come commentare. Si parla di % di incrementi giornalieri (nuovi contagi? contagi al netto di morti e guariti? terapia intensiva?), ma quel numero, comunicato in quel modo, non è di immediata comprensione. Rt lo è, soprattutto nella complessità dei 50 stati americani.

Categorie
Formazione permanente

Piccolo manifesto in tempi di pandemia

nottetempo offre gratis un nuovo ebook con qualche riflessione originale sul dopo COVID-19. Merita la lettura, se non altro perchè è un punto di vista che nasce da un altro continente.

Piccolo manifesto in tempi di pandemia è il titolo delle riflessioni. Si scarica gratis dai principi negozi online.

Categorie
Formazione permanente

Scenari per il dopo COVID-19 dal Zukunftsinstitut

Il mondo che ci aspetta dopo il COVID-19 sarà più locale o globale? più connesso o disconnesso? Torneremo ad avere fiducia nel prossimo, nello straniero, o manterremo la diffidenza del sospetto contagiato?

Il Zukunftsinstitut prova a dare una risposta disegnando 4 scenari.

Il mio preferito è il terzo: più locale e sostenibile, ottimista nelle relazioni.

Categorie
Formazione permanente

La pandemia COVID-19 come un portale

Historically, pandemics have forced humans to break with the past and imagine their world anew. This one is no different. It is a portal, a gateway between one world and the next. We can choose to walk through it, dragging the carcasses of our prejudice and hatred, our avarice, our data banks and dead ideas, our dead rivers and smoky skies behind us. Or we can walk through lightly, with little luggage, ready to imagine another world. And ready to fight for it.

Arundhati Roy – FT

Mi piace molto questa metafora della pandemia come un portale, un cancello, che possiamo attraversare portandoci i vecchi pregiudizi, i vecchi modelli, le vecchie abitudini, o senza bagaglio, più leggeri per una nuova vita. A noi la scelta.

Categorie
Formazione permanente

The Syllabus: la rassegna stampa giornalistica eaccademica globale multimediale

Da Putting people first, blog che seguo da anni e che regala continuamente riflessioni e link di qualità assoluta, scopro The Syllabus. Una risorsa straordinaria. Una rassegna stampa giornalistica e accademica, multimediale e globale. In inglese e in altre lingue. Ora c’è uno speciale Coronavirus, consultabile giorno per giorno o in forma di newsletter settimanale.

The Syllabus realizza rassegne stampa settimanali su cinque temi:

Un servizio analogo scova le migliori puntate dei podcast internazionali sugli stessi temi e anche sul COVID-19!

Categorie
Formazione permanente

Pandemie, urbanizzazione e produzione di carne

Fosse la volta buona che un ragionamento complessivo ci facesse rivedere la produzione di carne, da allevamenti intensivi? Chiunque mangia carne e non alleva il proprio animale è parzialmente responsabile. Poi si può decidere di girarsi dall’altra parte o di cambiare comportamento. Ognuno decide per se.

Le epidemie sono un prodotto dell’urbanizzazione. Quando circa cinquemila anni fa gli esseri umani cominciarono a raggrupparsi in città con una certa densità di popolazione, le infezioni poterono colpire simultaneamente grandi quantità di persone e i loro effetti mortali si moltiplicarono.

Il pericolo di pandemie come quella attuale si generalizzò quando il processo di urbanizzazione è diventato globale.

Se applichiamo questo ragionamento all’evoluzione della produzione di carne le conclusioni sono realmente inquietanti. In un periodo di cinquanta anni l’allevamento industriale ha “urbanizzato” una popolazione animale che prima si distribuiva in piccole e medie fattorie familiari. Le condizioni di affollamento di questa popolazione in macro-fattorie convertono ciascun animale in una sorta di potenziale laboratorio di mutazioni virali suscettibili di provocare nuove malattie e epidemie.

Angel Luis Lara

Non torniamo alla normalità. La normalità è il problema

Questo blog post è parte della bloghchain sul COVID-19

  1. Coronavirus – Risorse utili per informarsi meglio
  2. L’universalità del virus
  3. Il tasso di mortalità da Coronavirus che non torna: confronto Italia, Spagna, Cina e Corea del Sud
  4. Hollywood nell’era del Coronavirus
  5. Guardare avanti: 4 scenari per il futuro e il secondo giro di Coronavirus a Hong Kong
  6. Amazon, il dittatore benevolo
  7. La carità pelosa di Amazon
  8. La risposta politica al COVID-19 in 186 paesi
  9. L’isolamento domestico dei malati lievi non è la soluzione
  10. Il miglior grafico per capire l’evoluzione globale del Coronavirus
  11. Il futuro dei viaggi in aereo?
  12. L’emergenza Coronavirus è una grande opportunità
  13. Non abbiamo tutte le risposte. Pace.
  14. La correlazione tra pandemia e distruzione degli ecosistemi
  15. Pandemie, urbanizzazione e produzione di carne
  16. La pandemia COVID-19 come un portale
  17. Scenari per il dopo COVID-19 dal Zukunftsinstitut
  18. Le app per il tracciamento dei contatti non ci salveranno
  19. La storia del ristorante di Guangzhou e i super eventi chiave per la diffusione del COVID-19
  20. Cibo, logistica e COVID-19
  21. Neanche i test degli anticorpi ci salveranno, non nel breve termine