Skip to content →

Categoria: Web & Tech

Il casinò degli app store

L’Economist ha fatto i compiti, ha consultato fonti diverse, e ha raccolti alcuni dati molto interessanti sulle fonti di ricavi e di profitti di Big Tech. Tra le tante perle dell’articolo, ce n’è una che mi ha compito di più: gli app store come casinò:

In Apple’s app store, for example, games account for 70% of all revenues, according to documents uncovered during the Epic court battle. Most of this comes from in-app purchases, such as wacky accessories for avatars or virtual currencies. In 2017, 6% of app-store game customers accounted for 88% of the store’s game sales. Those heavy users spent, on average, more than $750 each year.

The Epic trial also revealed that the top 1% of Apple gamers in terms of spending generated 64% of sales and splurged an average of $2,694 annually. Internally these super-spenders are known as “whales”, like their casino equivalents. An investigation

Continua a leggere Comments closed

F*ckr, ultimo atto

Quei simpaticoni di Flickr passeranno dalle parole ai fatti in 3 giorni, weekend incluso. Così mi hanno scritto poco fa:

Ciao pandemia, A partire dal 1º maggio 2022, Flickr inizierà ad applicare le modifiche annunciate che riguardano i nuovi limiti ai contenuti con restrizioni e soggetti a moderazione per gli account gratuiti. In breve: gli account gratuiti con contenuti soggetti a moderazione o restrizioni saranno considerati in violazione dei nostri termini di servizio e verranno rimossi. Gli utenti sorpresi a violare i termini di servizio dovranno abbonarsi a Flickr Pro o rimuovere i contenuti illeciti. Queste modifiche non impediranno di visualizzare o nascondere i contenuti soggetti a moderazione o restrizioni. Ulteriori informazioni sono contenute in questo video. I membri di Flickr con account gratuito che vogliono continuare a ospitare o caricare contenuti soggetti a moderazione o restrizioni dovranno abbonarsi a Flickr Pro entro il 1º maggio. – Il team di

Continua a leggere One Comment

L’impatto del cloud in termini di emissioni di CO2 e ambientali

white clouds
Photo by Magda Ehlers on Pexels.com

I nostri dati sparsi in giro per il cloud hanno un impatto crescente in termini di emissioni di CO2. A questo si aggiunge l’impatto ambientale sulle popolazioni che vivono nei pressi dei grandi datacenter, in termini di rumore e di mutamento del microclima. Come per le discariche e le centrali elettriche, pochi sono chiamati a pagare un prezzo per tutti gli altri.… Continua a leggere

4 Comments

Alt all’obsolescenza programmata

In Francia c’è una legge che impone ai produttori di determinate tipologie di prodotto elettronico, dall’inizio del 2021, di autocertificare un indice di riparabilità per i prodotti messi in commercio. A un anno dall’entrata dalla legge, un report fa il punto sugli effetti della legge.

In sintesi: c’è ancora molto da fare, per migliorare le certificazioni e per promuovere la legge sui consumatori. Mi sembra un’iniziativa che dovremmo replicare. Le intenzioni sono più che buone e gli effetti si vedranno anno dopo anno.

Continua a leggere Comments closed

Pulizie digitali: addio Goodreads e LibraryThing

Preso da un impeto di pulizia digitale, ho cancellato due profili social ancora in vita.

Goodreads è da tempo nella lista nera, esattamente dal marzo 2019, momento in cui ho deciso che non avrei più alimentato le informazioni sulle mie letture, possedute da Amazon. Ho lasciato il profilo attivo e non presidiato. In un paio di occasioni ho esportati i dati per reimportarli in altri servizi concorrenti. Per anni ho impiegato molto tempo ad ammirare le mie statistiche di lettura, a caricare dati sui libri letti. In qualche caso anche ad aggiornare giorno per giorno l’andamento della lettura di un libro. C’è chi si diverte o si motiva così. Io non ne ho bisogno. Non ho bisogno di avere suggerimenti dalla community, perché ne ho abbastanza da tutti gli altri canali che uso.

Per quest’ultimo motivo ho chiuso anche il profilo su LibraryThing. Mi piaceva l’idea di conoscere l’associazione … Continua a leggere

2 Comments

Security key: SoloKeys è prodotta in Emilia Romagna!

Un paio di giorni fa mi è venuta voglia di comprare una security key, ovvero una chiavetta USB (o USB-C) da usare come secondo passaggio di verifica dell’identità, insieme (o al posto) alla password di un account, in alternativa alla conferma con un SMS o con una app di verifica. Il vantaggio è che la chiavetta può essere inserita nel computer in cui lavori o, con un tap via NFC, essere associata al tuo smartphone, e così diventa praticamente impossibile che qualcuno entri nei tuoi profili.

Un livello di sicurezza che i più non necessitano, ma che tutto sommato è a buon mercato, visto che la chiavetta costa circa 25-50 euro a seconda del modello e del produttore.

Sono partito da Yubikey e sono arrivato a SoloKeys. Nello scrivere questo post sono andato a fare una verifica e ho scoperto che è in corso una campagna di raccolta … Continua a leggere

One Comment