All posts tagged: previsioni

Previsioni 2019

Web & Tech

L’anno non poteva cominciare senza le previsioni di Scott Galloway. Una tra tutte mi sembra interessante:

Big health

  • Amazon begins a march toward becoming the most valuable healthcare company in the world.
  • They know your body mass index, how well you eat, if you’re in a monogamous relationship, and if you have kids — all the data to offer insurance, healthcare, and testing services.
  • The Seattle giant has the best data set on the two-thirds of US households with Prime, and may target the healthiest with an Amazon Prime health offering at substantially lower cost than existing insurance.
  • Upon introduction of the service, or maybe even in the press release describing the initiative, Amazon records the greatest single-day appreciation (in value) of any company in history.
  • Apple’s healthcare forays underwhelm.

2019 Predictions https://www.l2inc.com/daily-insights/no-mercy-no-malice/2019-predictions

Previsioni azzardate per il 2018 da Scott Galloway

Media & Social media

Le previsioni di Scott Galloway per il 2018 sono piuttosto azzardate. Tra le aziende in evidenza, neanche a dirlo, i quattro cavalieri dell’apocalisse. Chi vince ancora una volta sembra essere Amazon. Chi perde, Facebook.

Più che previsioni, le considererei provocazioni. Vale la pena comunque ragionarci su. Certamente non vorrei essere né un editore, né un’azienda che vive di pubblicità online.

https://www.l2inc.com/daily-insights/no-mercy-no-malice/predictions-for-2018

5 ragioni per cui il libro digitale non è decollato in Italia nel 2015

Formazione permanente

Un anno fa avevo cominciato a scrivere un post per condividere l’idea per cui la crescita degli ebook si sarebbe arrestata in Italia. Il post è rimasto in bozza fino a ora. Le cinque ragioni sono quelle a seguire, commentate oggi alla luce dei dati AIE 2015 segnalati su questo blog pochi giorni fa.

 

Gli editori non ci credono e non convertono il catalogo

Mi sbagliavo, visto che AIE segnala il 91% di novità in formato digitale. Non è dato però sapere quanto ricco sia oggi il catalogo complessivo. Forse non mi sono sbagliato del tutto.

Il boom degli ebook reader è finito

Qui ci sono vari indicatori a testimoniare che chi ne ha uno lo usa, chi non l’ha comprato, difficilmente oggi ne cerca uno.

I grandi lettori digitali hanno il reader pieno

Il tasso di crescita, pressoché stazionario, rende questa supposizione quantomeno verosimile.

Il libro è superfluo

Continua a leggere

Cosa non succederà nel 2009

Media & Social media / Varie

Prendendo spunto da Business Week e dalle sue previsioni su cosa non succederà nel 2009, mi accodo in scia, con qualche riflessione espressamente rivolta al mercato italiano.

Nessun giornale italiano importante chiuderà i battenti

Seppur la condizione dei giornali a livello globale sia in forte crisi, in Italia non ci sarà nessun terremoto e tutti i principali quotidiani continueranno a dormire sonni felici. Nessun giornale con una diffusione superiore alle 30.000 copie, non sostenuto da finanziamenti da organi di partito, interromperà la stampa. Potremo assistere ad una riduzione della fogliazione, ad un congelamento degli organici e al pensionamento in massa dei poligrafici, ma nessun trauma colpirà la stampa quotidiana italiana. Gli editori compenseranno le perdite con i guadagni delle altre attività industriali difese col potere dei giornali stessi, nessuna novità.

Mediaset non perderà il dominio del mercato televisivo e della pubblicità

In tempi di crisi la televisione non perde il … Continua a leggere

…e le previsioni del 2008?

Varie

Prima di guardare al 2009, forse è meglio cominciare a vedere come sono andate le previsioni per il 2008. Qui se ne fecero soltanto due, una sintetica e una più articolata.

Quella sintetica: Twitter è qui per durare.

Nonostante i notevoli disservizi a cavallo del 2007 e del 2008 e senza più il supporto degli SMS su quasi tutti i mercati, Twitter ha letteralmente preso il volo. Gli utenti stimati si aggirano sui 5 milioni e il tasso di crescita è di circa 10.000 nuovi utenti al giorno, nel mondo.

Nel mondo del marketing americano (e in parte del giornalismo 2.0) Twitter è diventato uno strumento dal quale non si può prescindere. Nessun clone o concorrente è riuscito a scalfirne la portata. Direi che la previsione è stata azzeccata.

Quella articolata: il 2008 come anno dell’ebook.

Vista dall’Italia la previsione è fallita miseramente. Vista dagli USA è invece … Continua a leggere