Categorie
Esperienze

Il futuro dei viaggi in aereo?

Il video mostra il livello di sicurezza attuale dell’ingresso in Cina in aereo. Certo, è temporaneo. Certo, ora l’accesso agli stranieri è bloccato. Certo, non è detto che tutti i paesi seguano le stesse procedure. Certo è che è inquietante come anche il personae di bordo usi tute anticontagio da laboratorio di biologia ad alto rischio contagio. Impressionante e inquietante.

Categorie
Formazione permanente

L’isolamento domestico dei malati lievi non è la soluzione

Xiao Ning, ricercatore del Chinese Center for Disease Control and Prevention, intervistato da BNN Bloomberg, sito canadese, dice che l’Italia dovrebbe seguire il modello cinese per l’isolamento dei malati lievi: non a casa, ma in strutture dedicate e sorvegliate. Nell’articolo si cita uno studio cinese che affermerebbe che l’80% dei contagi sarebbe causato da chi è in isolamento domestico.

Doctors in Wuhan made the same error early on in the outbreak, said Liang Zong’An, head of the respiratory department at the West China Hospital at Sichuan University. While seriously ill patients were admitted to hospitals, doctors at the time recommended that those with mild symptoms isolate themselves at home, in part to reduce the strain on Wuhan’s overburdened health care system.

Speriamo che la fase 2 veda una gestione più efficace, superato il primo picco di contagi, di ospedalizzati e di ricoverati in terapia intensiva. Certo è che non si può vivere in emergenza continua e ce ne stiamo già rendendo conto.

AGGIORNAMENTO 15:59

Andrea Crisanti, professor of microbiology at Padua University, said in an interview with Radio Capital that many of these new cases are probably people who are being infected by fellow family members at home.

Positivo che il dibattito scientifico in Italia rilanci il tema, rimbalzando anche questa volta a Ottawa.

Non cito Radio Capital ma l’Ottawa Citizen perché reputo più interessante seguire l’emergenza Coronavirus dal punto di vista della stampa internazionale, anche verso l’Italia. Istruttivo vedere quali notizie rimbalzino e dove, grazie a NewsNow.

Questo blog post è parte della bloghchain sul COVID-19

  1. Coronavirus – Risorse utili per informarsi meglio
  2. L’universalità del virus
  3. Il tasso di mortalità da Coronavirus che non torna: confronto Italia, Spagna, Cina e Corea del Sud
  4. Hollywood nell’era del Coronavirus
  5. Guardare avanti: 4 scenari per il futuro e il secondo giro di Coronavirus a Hong Kong
  6. Amazon, il dittatore benevolo
  7. La carità pelosa di Amazon
  8. La risposta politica al COVID-19 in 186 paesi
  9. L’isolamento domestico dei malati lievi non è la soluzione
  10. Il miglior grafico per capire l’evoluzione globale del Coronavirus
  11. Il futuro dei viaggi in aereo?
  12. L’emergenza Coronavirus è una grande opportunità
  13. Non abbiamo tutte le risposte. Pace.
  14. La correlazione tra pandemia e distruzione degli ecosistemi
  15. Pandemie, urbanizzazione e produzione di carne
  16. La pandemia COVID-19 come un portale
  17. Scenari per il dopo COVID-19 dal Zukunftsinstitut
  18. Le app per il tracciamento dei contatti non ci salveranno
  19. La storia del ristorante di Guangzhou e i super eventi chiave per la diffusione del COVID-19
  20. Cibo, logistica e COVID-19
  21. Neanche i test degli anticorpi ci salveranno, non nel breve termine
Categorie
Media & Social media

Influencer, fake follower e Cina

In Cina, dove l’integrazione tra commercio elettronico e social media è più forte, si comincia a discutere di fake follower a livello governativo.

As CCTV documented, many of the agencies that buy and deploy bogus accounts also sell the services of low-paid humans employed to spend their days liking and forwarding content. Among their clients are some of the 178,000 Chinese government-linked social-media accounts (in December, they were ordered to stop buying followers).

https://www.bloomberg.com/opinion/articles/2019-03-05/china-s-weibo-and-e-commerce-are-being-strangled-by-fake-accounts

Categorie
Media & Social media

Niente treno se sei cattivo sul social web

Sembra una puntata di Black mirrors, ma è la realtà oggi in Cina. A me fa venire i brividi.

According to the National Public Credit Information Centre, Chinese courts banned would-be travellers from buying flights 17.5 million times by the end of 2018. Citizens placed on black lists for social credit offences were prevented from buying train tickets 5.5 million times. The report released last week said: “Once discredited, limited everywhere”.

https://www.theguardian.com/world/2019/mar/01/china-bans-23m-discredited-citizens-from-buying-travel-tickets-social-credit-system

Categorie
Media & Social media

Il social score, da Black Mirror alla Cina di oggi

wired scoreWired USA di gennaio 2018 dedica la copertina al social score. Quanto immaginato in una puntata della serie TV Black Mirror è già realtà in Cina. Il tuo comportamento nel mondo digitale genera un punteggio che ti permette (o no) di godere di servizi pubblici. In parole povere è l’uovo di Colombo della sorveglianza governativa. Certo, può aiutare anche a ridurre corruzione e disuguaglianze, ma in un mondo in cui i governi raccolgono tutti i dati che possono sui propri cittadini – non solo la Cina – lo scenario che abbiamo davanti non è per nulla rassicurante.

Leggi Inside China’s Vast New Experiment in Social Ranking

Via un magnifico feed RSS che ti consiglio di sottoscrivere

Categorie
Vivi meglio

Alibaba parte col botto

Sembra che Wall Street si sia preso una cotta per il web cinese e di chi ci fa soldi, ovvero: Alibaba! Se ne parlava da settimane e oggi che è partita la quotazione il botto! Partenza a +30% dal prezzo di collocamento e capitalizzazione che per un po’ sfiora i 250 miliardi di dollari, ovvero quanto vale il gigante della distribuzione USA, Walmart e un bel po’ più di Amazon.

Da seguire!

Categorie
Lavora meglio Vivi meglio

La Cina e il web, 10 trend per il 2013

cina trend

Considerando il peso che la Cina ha nell’economia globale e oggi anche su internet, vale la pena conoscere le tendenze della Cina sul web. Guardiamo sempre verso occidente, ma gli equilibri del web stanno cambiando ed è bene non trovarsi impreparati. La presentazione che segue introduce 10 trend (in inglese, non in cinese) e merita un attento studio.

Consumption Trends China 2013 from SEEISEE
Categorie
Lavora meglio

Internet e il Web 2.0 in Cina

Ottima presentazione di Web2Asia per fare il punto sullo sviluppo del Web 2.0 in Cina.