Pandemia

Presentazioni efficaci: il corso definitivo è Presentation hero

La vita è troppo breve per passarla ad ascoltare presentazioni mediocri. Purtroppo succede spesso, soprattutto nel corso di eventi istituzionali. Slide a tutto testo neanche fosse una pagina di Word, relatore che legge le slide con le spalle al pubblico o che parla di un argomento come se tutti ne fossero già a conoscenza. Di errori se ne possono fare tanti, ma non per questo non si può migliorare.

Già un anno fa apprezzavo lo sforzo di Matteo Cassesevecchia conoscenza di questo blog – di migliorare il livello delle presentazioni (incluse le mie ovviamente), con molti consigli utili, pratici, intelligenti.

presentation hero

Oggi il suo invito a diventare un Presentation Hero è diventato un corso online (in inglese) completo, ben strutturato e ottimamente disegnato. Matteo ha messo in pratica per primo gli insegnamenti che offre e si vede. Puoi valutare tu stesso con la prima lezione del corso, gratuita, su come conoscere meglio il proprio pubblico e perché.

Il corso è diviso in tre sezioni: come strutturare una presentazione, come creare una presentazione e come proporla al pubblico. Ogni lezione comprende una spiegazione video di alcuni minuti, facile da digerire su base quotidiana, disponibile per essere scaricata e rivista, oppure come file audio da ascoltare come podcast o come slide o come trascrizione del testo. Il tutto è completato da link ad altre risorse di approfondimento e un test di comprensione a quiz. Da notare poi come ogni lezione sia commentabile e Matteo sia poi disponibile a interagire per dibattere i suoi insegnamenti.

Per farti una idea su come Presentation hero sia strutturato, ti consiglio il breve video a seguire

Farò da cavia (ho già cominciato in realtà) al corso, con una lezione al giorno per il prossimo mese e vedremo se sarò capace di migliorare la qualità delle mie presentazioni.

Diventa anche tu un Presentation hero.

Come cancellare il tuo profilo da qualsiasi servizio web

delete me

Perché tenere in vita un profilo su un servizio web che non utilizzi più? Meno spazzatura digitale lasciamo in giro, meglio credo sia per tutti. Come fare quindi?

Just delete me elenca tutti i servizi più usati, dalle piattaforme di blog ai social network, con centinaia di siti, con la procedura per cancellarsi da ognuno di questi, sempre che sia possibile. Non sembra sia possibile né cancellarsi da Pinterest, né da Blogger. Per altri, come Twitter, Foursquare o Instagram è facile e te lo posso confermare per esperienza personale.

Cancellati dai servizi che non utilizzi più: Just delete me.

Gli Italiani online a novembre 2014? 28,8 milioni

Nuovi dati da Audiweb, sempre interessanti da conoscere e valutare nella tendenza.

Da notare che in Italia, seppur con un boom di internet mobile, smartphone e tablet, non riusciamo a sfondare quota 30 milioni di navigatori.

I punti deboli? Over 55 e l’area geografica sud e isole.

I dati Audiweb di novembre 2014

La pubblicità su Facebook, novità in libreria da Hoepli

pubblicita facebook

Alessandro Sportelli ha appena pubblicato “La pubblicità su Facebook”, nuovo titolo dedicato a pianificare campagne pubblicitarie efficaci con Facebook. Si tratta di una novità della collana Web & marketing 2.0, di cui sono curatore, ottimo complemento a Facebook marketing, titolo recente pubblicato insieme a Cristiano Carriero.

Dalla quarta di copertina:

Non è una semplice guida all’uso delle inserzioni su Facebook, ma un vero manuale di web marketing strategico ricco di idee, esempi, test e casi studio di piccole e grandi aziende. Affronta l’argomento della pubblicità su Facebook con un approccio di tipo progettuale senza precedenti, che parte dall’analisi del mercato potenziale, passa per le strategie e termina con l’analisi dei risultati.

L’autore è una garanzia, considerando la sua esperienza in materia:

Alessandro Sportelli Imprenditore dal 1998, fondatore del Forum Italiano sul Web Marketing e di FriendStrategy.it, dal 2010 portale informativo di riferimento nell’ambito del marketing su Facebook in Italia (1100 clienti, 65.000 fan e 24.000 iscritti alla newsletter). Ha tenuto rubriche di web marketing per giornali e riviste nazionali, come Il Giornale e Millionaire. Nel 2009, anno di diffusione di Facebook in Italia, ha creato il primo corso online di marketing su Facebook, studiato fino a oggi da centinaia di aziende e professionisti.

LIBRO: La pubblicità su Facebook

Star bene? Uno stile di vita sano vale più di mille diete

Star bene non significa stare a dieta, anzi. Chi si mette a dieta per perdere peso puntando sulla sola forza di volontà è destinato a fallire sul lungo termine. Più importante della dieta è il mangiare consapevolmente e soprattutto uno stile di vita sano.

healthy lifestyle

Sandra Aamodt illustra il concetto, con supporto di dati, in maniera molto molto chiara. Considerando quattro stili di vita salutari – bere con moderazione, non fumare, attività fisica e frutta e verdura in quantità – il campione di chi adotta nelle abitudini quotidiane questi quattro stili di vita, obeso o sovrappeso che sia, ha gli stessi fattori di rischio (di morte) di chi pesa il giusto. Chi è obeso e non adotta nessuno di questi quattro stili di vita, ha un rischio 7 volte superiore.

risk death

Video: perché le diete non funzionano.

Lo chef a domicilio con Personal chef app

Se una cena tra amici è uno dei modi migliori per essere più felici e in salute, ancor meglio è quando la cena avviene tra le mura domestiche: più intimità, più libertà, meno problemi logistici e più flessibilità ma… chi cucina? In mancanza di un amico cuoco, Personal chef è l’app che risolve il problema.

Con Personal chef puoi vedere chi sono i cuochi più vicini a te, quale tipo di cucina preparano, quanto costa una cena da loro preparata e come contattarli. Un servizio che si inserisce nella tendenza di mettere a sistema competenze diffuse, con la domanda di cucina genuina, in modalità nuove. Un modo per organizzare una cena diversa dal solito, a costi competitivi, in un ambiente familiare. Chissà che Personal Chef non diventi l’Airbnb della cucina a domicilio?

Non resta che provarlo e se hai amici abbastanza bravi da proporsi, invitali a iscriversi.

Personal chef per iPhone
Personal chef per Android

Personal chef

Presente e futuro di app, mobile e social network

Stimolato da Michele Tampieri, dal salotto di casa, ho raccontato la mia visione sull’evoluzione di mobile, app e social network. Spero sia da ispirazione per il tuo lavoro e la tua vita digitale.

La video conversazione è disponibile su Business Tribe, dove ne trovi altre su temi analoghi, utile strumento di formazione gratuita per imparare dalle esperienze altrui di microimprenditorialità.

Buona visione

Se ti interessa l’argomento, ne ho parlato da altri punti di vista con Italian indie.

Anno nuovo, blog nuovo: vivere e lavorare meglio con il digitale

futuro

Il 2015 è appena iniziato ed è il momento di riorganizzare anche questo blog. Da libero professionista nuovamente sulla piazza senza clienti importanti, voglio caratterizzare meglio le mie attività online, a partire da quelle più vicine alla sfera professionale, come questo blog.

Il sottotitolo di Pandemia è sempre stato “internet, media e tecnologia, globali come una pandemia”, anche in un momento in cui la parola pandemia era poco nota nel suo significato di epidemia globale. Da oggi il sottotitolo cambia in “vivere e lavorare meglio con il digitale“.

Cosa cambia in pratica? Il taglio dei post sarà molto più specifico e più “actionable”, ovvero più pratico. La segnalazione e il commento di notizie relative all’economia digitale si ridurranno, dando maggiore spazio e respiro alla segnalazione e alla discussione di strumenti utili per cambiare un po’ alla volta le abitudini della vita quotidiana, con un solo scopo: migliorare il modo di lavorare e sfruttare i vantaggi del digitale per avere una qualità della vita più alta, a partire dalla salute.

La salute diverrà uno dei focus principali di questo blog, ma non l’unico. Da anni mi occupo del tema Health 2.0 (Salute 2.0 in Italiano), tanto da aver tenuto conferenze e corsi di formazione per dirigenza e personale sanitario in Italia. Non è un tema da lasciare agli addetti ai lavori, considerando come chiunque può star meglio e vivere meglio, aiutato dalla tecnologia e dal digitale, con applicazioni e servizi, gratuiti o a basso costo.

Tornerò a occuparmi dei tracker legati al fitness (da FitBit a UP24 e oltre), aprirò una finestra stabile sulle migliori app disponibili sulla piazza, aggiungendo risorse utili nel mondo social e non solo.

Uno dei miei obiettivi personali del 2015 è lavorare in remoto come nel 2014 (circa 14 settimane, un quarto del tempo) e di più. L’esperienza accumulata e le risorse scoperte e classificate su base quasi quotidiana, diverranno un ulteriore focus di Pandemia. Il mondo del lavoro, nel mondo e in Italia, va nella direzione del freelancing (nel bene e nel male) e del remote working (lavoro in remoto), da casa o da luoghi lontani, seppur connessi alla rete.

Ho infine intenzione di tornare a scrivere post più lunghi e più frequenti, per far sì che questo blog torni a essere un luogo di confronto e di scambio su questi temi, come in passato lo è stato sulla nascita dei blog prima e dei social network poi. Esplorerò l’idea di produrre presentazioni ad hoc per la rete, diffuse su Slideshare, dopo essersi ben studiato i consigli di Presentation Hero, newsletter a cura di Matteo Cassese che raccomando vivamente. Notizie estemporanee continueranno a essere diffuse su Twitter (e a volte sulla mia pagina Facebook), come i link dei post di questo blog.

Consigli, critiche, suggerimenti, segnalazioni in tema sono sempre benvenute.

Buona lettura, buon blogging, buon anno!

La mia esperienza da freelance, condivisa con Italian indie

Qualche tempo fa ho registrato con Italian Indie un’ora di conversazione sulla mia esperienza di freelance. Ho cercato di condividere alcuni consigli utili, guidato da Alberto Cabas Vidani.

Per ascoltare la conversazione puoi abbonarti al podcast o premere play qui sotto.

Buon ascolto e buon anno!

« Older posts

Copyright © 2015 Pandemia

Theme by Anders NorenUp ↑