La tua foto sta facendo la differenza o di come Google stimola i contenuti generati dagli utenti

google foto Un paio di estati fa, ho sperimentato il caricamento di immagini su luoghi segnalati nelle mappe di Google. Viaggiando per settimane all’estero, usando Google Maps per spostarmi a piedi e per valutare distanze da hotel, musei e altre attrazioni, ho avuto modo di inserire immagini dove non ce n’erano. Per stimolare gli utenti a contribuire al valore del servizio, il team di Google Maps fa leva sull’email marketing. Continue reading “La tua foto sta facendo la differenza o di come Google stimola i contenuti generati dagli utenti”

Una pandemia lunga 15 anni

blog

15 anni fa la vista sulla rete era ben diversa da oggi. Non esistevano servizi che hanno centinaia di milioni di utenti su scala globale. Gli italiani non erano ancora arrivati in massa online. Niente smartphone o tablet, ma accesso solo da pc desktop, più ufficio che casa. Il social web o Web 2.0 non era stato ancora inventato, così come l’espressione social media (e a cascata social media marketing). Non esistevano gli influencer, ma cominciavano a nascere i primi blogger. Sì, 15 anni fa esisteva Blogger, di Evan Williams, ancora non acquisito da Google. Lo stesso Google non era il colosso che è ora: la concorrenza di Yahoo!, Ask e altri esisteva ancora. Continue reading “Una pandemia lunga 15 anni”

In viaggio con la ricerca sul cancro: Andrea Piunti e la sfida ai tumori pediatrici

Recentemente ho avuto il piacere di conoscere e fare una chiacchierata con Andrea Piunti, ricercatore italiano di San Benedetto del Tronto, oggi negli Stati Uniti. L’occasione è venuta dall’iniziativa In viaggio con la ricerca di AIRC, l’associazione italiana che raccoglie fondi per la ricerca sul cancro. Andrea è infatti stato uno dei beneficiari di alcune risorse; in particolare di una borsa di studio (iCare) cofinanziata da AIRC e dall’Unione Europea. Continue reading “In viaggio con la ricerca sul cancro: Andrea Piunti e la sfida ai tumori pediatrici”