Kindle, il compagno di viaggio ideale

Formazione permanente / Web & Tech

kindle Dopo un beato mese lontano dal blog, rieccomi alla tastiera a raccontare la positiva esperienza di viaggio insieme a Kindle.

Kindle, il lettore di ebook di Amazon, mi è stato regalato a fine novembre da un generoso amico e ho pensato di portarlo con me all’estero, per testarne l’efficacia. Senza bisogno né di Internet, né di pc ho potuto leggermi cinque libri, di cui uno acquistato al volo dal negozio di Amazon, e alcuni giornali e riviste (International Herald Tribune e Time). Ho risparmiato peso e volume in valigia, ho letto quello che volevo (circa 3000 pagine), sono rimasto aggiornato con le ultime notizie e mi sono intrattenuto piacevolmente con questi contenuti in spiaggia, al sole e in viaggio, in altri momenti.

Una esperienza più che positiva per comodità, risparmio, qualità dei contenuti, valorizzazione del tempo lontano da altri schermi.

Nel frattempo l’edicola per Kindle si è allargata a 1400 giornali, grazie all’offerta di NewspaperDirect disponibile per Kindle e Instapaper, l’applicazione per collezionare articoli raccolti online, è ancora più pratica e funzionale, oltre che gratuita. Non mancano quindi le ragioni per considerare Kindle una manna, a prescindere dai nuovi tablet in arrivo, che credono faticheranno ad essere utilizzati alla piena luce del giorno (lo schermo di Kindle non è retroilluminato).

Non siamo ancora alla perfezione – i libri in italiano sono quasi inesistenti, i giornali pochi, le riviste zero – ma per chi legge in inglese e viaggia molto, Kindle è veramente il compagno di viaggio ideale.

Potrei starne a parlare ore, ma mi fermo qui. Se hai curiosità o domande, sono a tua disposizione, qui o in privato.

Buona lettura!

25 Commenti

  1. Confermo. Mi permette di leggere senza portare il extra peso (solitamente 3 o 4 libri) quando sono in giro, cio’ sempre… in particolare quei libri che hanno pochi grafici e che una volta ogni tanto mi serve riprendere in mano.

    finora continuavo ad abbandonare libri in ogni citta’ dove ho vissuto (e in questi ultimi 2/3 anni sono state tante).

    poi dal punto di vista economico e’ anche conveniente per me che prendo tanti libri in inglese (che sia in Italia che in Olanda costano MOLTO di piu’che in USA/UK).

  2. Paolo dice

    Luca, io credo che non mi separerò mai dai libri di carta, ma mi sono sempre chiesto tre cose riguardo l’ebook e quindi ne approfitto:

    1- si può facilmente sottolineare i paragrafi per poi magari recuperarli in forma aggregata (una sorta di mini-sunto del libro)?
    2- si possono scrivere note e commenti sulle singole pagine?
    3- si può cercare una parola o una frase all’interno del libro?

    Grazie

    Paolo

  3. Luca Conti dice

    Paolo, si possono fare tutte e tre le cose con Kindle.

  4. Una meraviglia della tecnologia. Oltre al rispetto per l’ambiente e la grande comodità per il viaggiatore. Mi sono appassionato anche perchè sono dipendente della crescita costante dell’uomo come anima, come professionista e come esponente principale dell’universo che rappresenta. Mi auguro che tutti possano democraticamente condividere conoscenza e bellezza in tutte le cose di questo mondo.

  5. Roberto dice

    Secondo me è ottimo, ma come siamo messi a lettura di feed rss?
    Per me sarebbe un killer device se avessi la possibilità di leggermi in giro il mio google reader…

  6. Sono in contro tendenza.
    Io voglio il video retroilluminato perche’ piu’ delle volte leggo di sera o di notte.
    Altro requisito : il video deve essere di 9 pollici per potere leggere tranquillamente un pdf… alle volte il solo testo non diverte 🙂
    Ecco perche’ sono piu’ propenso all’acquisto di tablet o magari dei nuovi schermi oled. 2010, l’anno che forse lancera’ gli ebook in modo “massivo”.

  7. Il Kindle e chi per lui deve avere connessione ad Internet.
    Mi spiego: un e-BookReader qualsiasi deve essere in grado, per raggiungere la perfezione, di collegarsi alla rete e scaricarsi da qualsiasi piattaforma (proprietaria o meno) i contenuti che vuole.
    E cmq, il costo ancora è troppo elevato… E se non scende in maniera decente gli acquisti/vendite saranno riservati ad una classe medio-alta e ciò è decisamente poco democratico e 2.0 😉

  8. Luca Conti dice

    cara, il Kindle ha una SIM card, non ha bisogno di PC, ma solo di rete mobile e la connessione non la paghi.

  9. Luca Conti dice

    Roberto, c’è il sistema anche per leggere i feed RSS, anche se non navigando

  10. …però io attendo che questa scheda sim navighi liberamente per tutte le piattaforme di download per e-book, indipendentemente dal fatto di essere proprietarie o meno 😉 o sbaglio?

  11. Fender dice

    Io aspettere il lancio del nuovo “gingillo” Apple. Potrebbe smuovere nuovamente il mercato, fare tendenza e stimolare gli editori più rigidi…

  12. alberto80 dice

    ottime “impressioni al volo”, dal tuo post si capisce che è come portarsi dietro una libreria.
    ma se io ho già dei MIEI pdf da portarmi dietro (in formato A4, sono dei testi che utilizzo per lavoro: solo testo, al max qualche tabella), posso gestirli ? (non mi interessa se vengono riformattati)

  13. Luca Conti dice

    i PDF sono supportati e non modificabili (vedi la pagina in 6 pollici) oppure li puoi convertire e rendere fluidi in formato .mobi e si leggono bene, se non hanno grafiche strane

  14. Luca Conti dice

    Francesca, piano piano si aprirà, ma ci vorrà del tempo. Intanto per me c’è già valore, senza dover aspettare oltre (e non solo per me, ma per milioni di persone che l’hanno già comprato)

  15. Luca Conti dice

    il gingillo Apple costerà molto di più. A mio avviso non può considerarsi un competitor diretto, avendo caratteristiche molto diverse

  16. sam80 dice

    ciao luca,ma come si fa a sottolineare frasi su kindle che non ha la pennina?l’hoappena comprato e non sono esperta .grazie

  17. Luca Conti dice

    premi il cursore nel punto in cui vuoi cominciare, lo sposti per tutto il testo e lo premi di nuovo. Nel frattempo il cursore sullo scherma diventa in corsivo, se non erro. fammi sapere se OK

  18. sam80 dice

    perfetto!!funziona!adesso devo solo allenarmi un po’ ed imparare..grazie.

  19. paolo dice

    ciao ragazzi,
    anch’io spasso viaggio per lavoro e metà della mia valigia è composta di libri.
    potrei porre qualche domanda?

    – mi sembra di capire che il formato pdf si possa aprire ma non zoomare. corretto?
    – oltre a connettersi con siti preferiti, esempio quotidiani o amazon è possibile aprire altre pagine web?
    – mi consigliate l’acquisto o di attendere vista la probabile uscita di altri lettori?

    ciao e grazie

    paolo

  20. ciao luca.
    io sono dannatamente interessato a sto kindle ma avrei ancora qualche dubbio logistico/pratico.
    *noi italiani dobbiamo per forza comprare la World Edition (WE)?
    *con la WE poi possiamo usarlo in tutti i paesi per acquistare libri e riviste?
    *se con un WE ci trasferiamo in USA, pagheremmo i prezzi WE o quelli USA?
    *quali sono le limitazioni nell’uso del WE?

    grazie…

  21. Luca Conti dice

    1) esatto
    2) solo wikipedia
    3) io lo consiglio

  22. Luca Conti dice

    orangeek, scusa, vedo solo ora e rispondo subito:

    – la versione internazionale è l’unica che funziona fuori dagli USA (e credo che anche gli americani possano comprare solo quella)
    – puoi usarlo in 100 paesi e comprare tutti i contenuti con i diritti per cui Amazon ha disponibilità per l’Europa (80% dei libri e 90% di magazine e giornali)
    – pagherai sempre i prezzi Europa, diversi dagli altri paesi per via della tassazione (IVA)
    – lo usi come tutti gli altri, che intendi dire?

  23. ciao, grazie per le delucidazioni.
    sugli “usi possibili” mi chiedevo se ci fossero state limitazioni o meno per la versione internazionale, ma pare di no. Meglio cosi’. 🙂

I commenti sono chiusi.