Categorie
Web & Tech

Benvenuto nell’era della micromobilità

Biciclette e scooter elettrici saranno la risposta, soprattutto in ambito metropolitano, all’uso dell’automobile per i brevi tragitti. Lo sarà sempre di più nell’immediato futuro. L’auto finirà per diventare un bene che si noleggia e non si acquista più?

micromobilità

Benvenuto nell’era della micromobilità.

Categorie
Varie

L’Italia senza carbone

L’Italia è tra i paesi che consumano meno carbone per generare energia e che usano l’energia in maniera più efficiente.

Via https://ritholtz.com/2019/01/10-mlk-day-am-reads/

Categorie
Formazione permanente

I migliori libri sul cambiamento climatico del 2018 (in inglese)

Viaggiando, vedendo lo spreco di energia e di risorse dai paesi più sviluppati ai paesi emergenti, mi sono fatto l’idea che il cambiamento climatico c’è e sarà inevitabile, quanto catastrofico.

I libri suggerirti nell’articolo che segue sarebbero tutti da leggere, se l’argomento interessasse veramente a qualcuno…

The Best Books About Climate Change of 2018 https://chireviewofbooks.com/2018/12/20/the-best-books-about-climate-change-of-2018/

Categorie
Esperienze

Il 2018: l’anno del godimento per la morte altrui

Il 2018 è stato l’anno in cui l’allarme sul clima ha aggiunto un altro grado di preoccupazione: il timore è che si stia arrivando a un punto di non ritorno rispetto alle tendenze più catastrofiche. Il 20 novembre la World Meteorological Organization (WMO) ha pubblicato un rapporto sulle emissioni di gas responsabili dell’effetto serra nel pianeta: i livelli dei gas che intrappolano il calore nell’atmosfera hanno raggiunto livelli comparabili solo a milioni di anni fa, quando la temperatura era più elevata dai 2 ai 3 gradi e il livello del mare dai 10 ai 20 metri più alto. Non c’è alcun segno di inversione in questa tendenza.

E poi l’altro spettro: quello di avvicinarsi a essere l’ultima generazione europea. Il rapporto sulla popolazione dell’Onu ipotizza un aumento della popolazione per il 2100 che dovrebbe arrivare a 11 miliardi di persone: in tutti i continenti ci sarebbe un aumento (l’Africa quello più consistente, dal miliardo attuale ai quattro miliardi e passa del 2010), solo in Europa ci sarebbe un calo di quasi il 20 per cento.

Questi sarebbero i temi ineludibili di qualunque dibattito politico – politiche sull’ambiente e politiche sulle migrazioni – in nome di un sentimento di cura che comprende giocoforza l’intera umanità. Questi temi non arrivano mai invece mai al centro del dibattito; l’intensità dell’angoscia che questi dati portano con sé, l’impossibilità di dominare trasformazioni planetarie, riduce la nostra reazione emotiva al tentativo quasi infantile di cercare sollievo all’ansia.

La zattera. Ovvero perché il 2018 è stato l’anno del godimento per la morte altrui http://www.minimaetmoralia.it/wp/la-zattera-ovvero-perche-2018-lanno-del-godimento-la-morte-altrui/

Categorie
Esperienze

Nissan LEAF: uno sguardo al futuro della mobilità sostenibile

Nei giorni scorsi ho avuto il piacere di partecipare a una conferenza stampa dove Nissan Italia, insieme a Enel X, ha mostrato il futuro della mobilità sostenibile e dell’innovazione tecnologica nel settore automotive, con la presentazione della nuova Nissan LEAF. L’incontro ha dato modo a Bruno Mattucci, Presidente e Amministratore delegato di Nissan Italia, di ragionare sul 2018 dell’auto elettrica, come ho già raccontato nell’intervista già pubblicata. In questo post mi concentro invece sulla Nissan LEAF e gli aspetti innovativi sul piano della tecnologia e sullo scenario di mobilità sostenibile in cui si inserisce, incluso l’utilizzo domestico della batteria.

Categorie
Web & Tech

Il 2018 sarà l’anno di svolta per l’auto elettrica in Italia?

L’auto elettrica è a un punto di svolta. Il 2018 potrebbe diventare l’anno in cui la curva di crescita comincia a impennarsi. Secondo Bruno Mattucci, Presidente e Amministratore delegato di Nissan Italia, che ho avuto modo di intervistare a margine della presentazione della nuova Nissan LEAF, tre barriere fondamentali stanno per essere abbattute. Prezzo, autonomia e infrastrutture sono tre fattori chiave nello sviluppo dell’auto elettrica. Per ognuno dei tre, il mercato sta sviluppando le condizioni per far finalmente decollare una mobilità a minori emissioni.

Categorie
Vivi meglio

Olio di palma: fa male alla salute? È cancerogeno? Meglio senza olio di palma? Tutte le risposte

20160920_115648

L’esperienza in Malesia* mi ha sensibilizzato sul tema olio di palma e da vegetariano che ci tiene alla propria salute, ho voluto andare alle fonti e verificare cosa c’è di vero, sul piano scientifico, per capire se “senza olio di palma” è veramente un vantaggio per la salute. Per far questo ho attinto anche a ricerche internazionali e nazionali, compreso l’Istituto Mario Negri e l’Istituto Superiore di Sanità che ha redatto un parere per il Ministero della Salute. Al termine una mia opinione, argomentata, sulla psicosi da olio di palma che si è diffusa in Italia e in nessuna altra parte del mondo. Sul vero tema, olio di palma e sostenibilità, ho già scritto.

Categorie
Vivi meglio

Olio di palma e sostenibilità: si può tutelare l’orango consentendo a Malesia e Indonesia di svilupparsi?

20160920_125821

L’olio di palma e soprattutto il “senza olio di palma” sono oggi sulla cresta dell’onda. Se i messaggi pubblicitari di molte aziende alimentari si concentrano quasi soltanto sull’assenza di questo prodotto, i consumatori sono in gran parte disorientati e disinformati. Qualcuno, ma neanche tanti, associa l’olio di palma all’orango allontanato dal suo habitat, costituito dalle foreste tropicali del Borneo, per far posto a piantagioni di palma per produrre su larga scala il frutto dal quale ottenere l’olio di palma.